Input your search keywords and press Enter.

Sigilli a impianti fotovoltaici abusivi a Ostuni, nel brindisino

Due impianti produttori di energia rinnovabile sono stati sequestrati in provincia di Brindisi per numerose violazioni ambientali. Gli agenti del Nucleo Investigativo N.I.P.A.F. del Corpo Forestale dello Stato di  Brindisi, infatti, hanno proceduto al sequestro di due impianti fotovoltaici e due cabine elettriche che occupavano una superficie di due ettari, in contrada S. Paolo Grande, nel territorio di Ostuni, in provincia di Brindisi.

E’ stato accertato che le opere sono state realizzate in modo totalmente difforme rispetto a quanto autorizzato dal comune ostunese, che aveva rilasciato permessi per la costruzione di due serre per la coltivazione di prodotti agricoli. In realtà, le strutture erano finalizzate alla realizzazione di due impianti fotovoltaici di 2 Mw, in assenza della prescritta autorizzazione regionale.

Numerose, quindi, sono le violazioni contestate: dalla mancata denuncia al Comune di Ostuni, all’assenza del prescritto permesso di costruire. I lavori di costruzione erano andati avanti nonostante l’ordine di sospensione imposto dall’Ufficio Tecnico dell’amministrazione comunale. Aveva confermato le violazioni anche il T.A.R. di Lecce, respingendo il ricorso presentato dalla Società che chiedeva l’annullamento del provvedimento di demolizione delle opere adottato dall’Ufficio Tecnico del Comune di Ostuni.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *