Input your search keywords and press Enter.

Siena Green: un sfida per il futuro

La sfida green delle Terre di Siena si rinnova a San Gusmè, suggestivo borgo nel comune di Castelnuovo Berardenga (foto). Giovedì 12 settembre si terrà il convegno Siena Green: un sfida per il futuro, momento di riflessione sui progetti di sviluppo sostenibile per la provincia senese.

Il convegno si aprirà con i saluti di Roberto Bozzi, sindaco di Castelnuovo Berardenga e di Alessandro Fabbrini, presidente dell’Agenzia provinciale per l’energia, l’ambiente e lo sviluppo sostenibile. Seguirà la presentazione del progetto Terre di Siena Green e del Piano Energetico Provinciale: interverranno Gabriele Berni, assessore all’ambiente, all’energia e alla cooperazione internazionale della Provincia di Siena e di Paolo Casprini, dirigente del settore politiche ambientali della Provincia di Siena.

Angelo Riccaboni, rettore dell’Università di Siena, illustrerà il progetto MED Solutions, il Centro per il Mediterraneo istituito presso l’Università di Siena. Qui si analizzano le sfide per la sostenibilità del Mediterraneo, identificando potenziali soluzioni per la sostenibilità nell’ambito economico e ambientale.

Alle aziende del territorio sarà dedicato il dibattito dal titolo Le politiche per l’innovazione ecologica e la riorganizzazione del sistema delle aziende industriali. Interverranno:  Massimo Guasconi, presidente della Camera di commercio di Siena; Alberto Irace, amministratore delegato Publiacqua; Alessandro Piazzi, amministratore delegato di Estra; Fabrizio Vigni, presidente di Sienambiente.

La giornata si concluderà con una tavola rotonda, condotta dal vicedirettore del gruppo Corriere Stefano Bisi. Saranno ospiti: Alessandro Profumo, presidente di Banca Monte dei Paschi di Siena; Erasmo D’Angelis, sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti; Simone Bezzini, presidente della Provincia di Siena; Claudio Corsi, presidente di Chianti Banca e Bruno Valentini, sindaco di Siena.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *