Sì, viaggiare… ma con i libri

Tra i libri in catalogo nelle Edizioni dei Cammini, il rèportage “La spirale della memoria”, di Luca Giannotti, fondatore della Compagnia dei Cammini

C’è una casa editrice che si rivolge principalmente a chi sta per intraprendere un viaggio o semplicemente sogna di farlo al più presto, anche solo con la fantasia: si tratta delle Edizioni dei Cammini,la prima casa editrice al mondo dedicata esclusivamente al camminare che offre un ricco elenco di titoli, tutti legati al viaggio, uno dei temi più affascinanti e più frequentati in letteratura. Diari di viaggio, taccuini famosi e guide di approfondimento culturale editi dalla casa editrice sono infatti tutti dedicati alla filosofia del viaggiare a piedi, come forma di trasporto più primitiva e originale, più naturale ed ecologica. Nata dalla collaborazione fra Lit Edizioni e Luca Gianotti, direttore editoriale della casa editrice e fondatore della Compagnia dei Cammini – l’Associazione che promuove il turismo responsabile attraverso esperienze di cammino in Italia e all’estero con guide professioniste -, Edizioni dei Cammini vuole tracciare un nuovo itinerario fatto di passi e parole in cui l’arte del camminare si rispecchia e trova completamento nella grande letteratura, attraverso suggestioni, immagini, riflessioni e narrazioni del presente e del passato.

Quattro le collane proposte dalla casa editrice, di cui la principale filosofico-narrativa che contempla anche importanti diari di viaggio con autori del calibro di Wu Ming 2 con La via del sentiero: un excursus letterario che rivela come il camminare sia sempre stato un tema centrale nella poetica di scrittori e saggisti come Whitman, Stevenson, Dickens, Scott, de Quincey. Nello stesso filone per chi vuole conoscere o approfondire la filosofia della strada David Le Breton con Camminare. Elogio dei sentieri e della lentezza che, dieci anni dopo aver pubblicato Il mondo a piedi, torna sul tema e raccoglie in queste pagine schizzi paesaggistici, riflessioni e aneddoti sul camminare e sui camminatori, rievocando tradizioni e personaggi storici e offrendo un punto di vista inedito e ispirato su un aspetto insolito del viaggio. Per chi desidera ripercorrere con approfondimenti storici e identitari della storia del nostro Paese la scelta è Luca Gianotti, con  La spirale della memoria in cui l’autore ripercorre realmente un itinerario lungo la Marsica selvaggia, raccontando storie “minori” di persone e paesi  intrecciate a quelle di personaggi noti come Ignazio Silone e tanti altri che decisero di impegnarsi in prima persona per aiutare un territorio sconvolto dal terremoto e gettare le basi di un nuovo futuro.

E ancora PasParTu di Riccardo Carnovalini e Anna Rastello, l’avventura dei due autori a piedi senza meta alla ricerca dell’Italia che si fida ed è curiosa e ospitale, una ricerca “fatta con i piedi” per dimostrare che c’è ancora chi sa aprire la porta di casa agli sconosciuti, dando fiducia a chi giunge all’improvviso a scompigliare il tran tran quotidiano. Di viaggi raccontati c’è anche l’esperienza di Darinka Montico con Walkaboutitalia, che racconta il suo mettersi in cammino nel Belpaese ripercorrendo la camminata che gli aborigeni compiono in età adolescenziale, da soli nel deserto, per riconnettersi con le origini ancestrali delle loro terre e conoscere se stessi. Sola, senza soldi e con i piedi come unico mezzo di locomozione, Darinka ha attraversato lo Stivale, in una piccola ricerca antropologica sui sogni o su ciò che ne è rimasto, in una società caratterizzata sempre più dal materialismo e dalla superficialità.

Nella collana ci sono anche diari di viaggio d’oltreoceano come quello di Dave Kunst con L’uomo che fece il giro del mondo a piedi , un racconto straordinario, narrato in prima persona dal protagonista di una vicenda unica, in cui i due fratelli attraversano a piedi Wisconsin, Illinois, Indiana, Ohio fino sorvolare l’Oceano Atlantico e il vecchio continente con lo spirito e la passione di una generazione che il mondo voleva cambiarlo davvero. Altro taccuino di viaggio interessante è quello raccontato da John Muir in Mille miglia in cammino fino al Golfo del Messico, la spedizione esplorativa che intraprende l’autore in cammino verso il Sud per studiare e documentare le bellezze e le meraviglie della natura in cui non si limita a parlare di flora e fauna, di affascinanti foreste, di pianure e paludi rigogliose, ma descrive con grande intelligenza e sensibilità anche il contesto socio-economico del Sud del mondo.

Agli autori già in catalogo si aggiungerà la collana dedicata ai bambini con protagonista Massimo Montanari, che, a breve, pubblicherà Borraccia delle parole, il libro di filastrocche per bambini dedicato al camminare e la collana “Tratti” dedicata ai classici tascabili della letteratura di viaggio che vanta autori come Henry David Thoreau.

(foto di copertina: R. Ridi/visitelba.info)

Articoli correlati