Sfide tra sindaci, corse in rosa e villaggi per le due ruote: la bici si prende la scena

SINDACO PEDALA! è una sfida amichevole, ideata da Sottosopra Comunicazione in collaborazione con l’associazione Comuni Virtuosi, a cui tutti i Sindaci d’Italia possono partecipare. #sindacopedala

La bicicletta si fa sempre più spazio nella vita quotidiana e numerose sono le iniziative e i progetti per incentivarne l’uso. Tra challenge e investimenti, le due ruote sono maggiormente coinvolte verso una mobilità più sostenibile

Hai voluto “fare la pista ciclabile… e allora pedala”. Sembra quasi riscrivere i modi di dire la nuova iniziativa ideata da Sottosopra-Agenzia di Comunicazione Bike Friendly e l’Associazione Comuni Virtuosi. Perché ha il sapore della sfida, anzi lo è, la challenge che coinvolge i primi cittadini, invitati a montare in sella per mettersi alla prova nel segno della mobilità pulita. E il titolo è altrettanto diretto: “Sindaco pedala“.

Ma perché proprio coloro che indossano la fascia tricolore? Perché nessuno meglio di loro può provare e sperimentare in prima persona la trasformazione ciclabile che essi stessi stanno promuovendo nei borghi, nei paesi e nelle città che amministrano.

LEGGI ANCHE: Bari, il Comune sceglie la bici (e premia chi la usa)

«La nuova mobilità sostenibile si sta espandendo su tutto il territorio nazionale. Sempre più comuni stanno puntando sulle due ruote per proporre un modello urbano più vicino alla salute dei cittadini, alla qualità dell’aria, alla viabilità», spiega Elena Carletti, che dell’associazione è presidente. «Il crescente numero dei sindaci che stanno sostenendo con determinazione e coraggio l’uso della bicicletta come opportunità evolutiva del territorio che amministrano ci ha spinto a proporre un progetto che può suonare come una sfida. E in effetti lo è».

I traguardi da raggiungere

Con il sostegno di CIAB (Club delle Imprese Amiche della Bicicletta), Genitori Antismog, Legambici (Legambiente per la ciclabilità), Sindaco pedala!  prevede che i primi cittadini si impegnino a utilizzare la bicicletta nell’arco di una settimana per raggiungere tre obiettivi a propria discrezione. Che siano la prova di una corsia ciclabile da lei o lui voluta, il test in prima persona del cosiddetto bike to work (recarsi al lavoro in bicicletta) o l’aggregazione a un gruppo Bicibus sul percorso casa-scuola, l’idea è che l’amministratore coinvolto possa operare un’osservazione concreta e valutare l’efficacia del suo stesso piano urbano. Sfidato dai Comuni Virtuosi, il sindaco condivide la propria esperienza tramite social, ufficio stampa o sito del Comune, per poi lanciare la sfida a un altro Sindaco che, a sua volta, scende in pista.

A testare il progetto i primi dieci comuni, distribuiti su tutto il territorio nazionale: Bergamo, Biccari (FG), Malegno (BS), Lecce, Parma, San Lazzaro di Savena (BO), Sanbellino (RO), Sestri Levante (GE), Spilamberto (MO) e Trento.

Tutte le informazioni sul progetto e il press kit della challenge sono disponibili qui.

La Costa dei Trulli in rosa

Patty L’Abbate e i sindaci alla gara di ciclismo femminile Costa dei Trulli

E di sindaci ce ne erano diversi al recente Campionato italiano élite Donna ‘Costa dei Trulli’, partito da Monopoli e conclusosi a Castellana Grotte.

«Un momento che ha coniugato sport, natura e quel senso di comunità. Vedere assieme tanti sindaci che, senza distinzioni politiche e campanilismi, hanno lavorato gomito a gomito per un unico obiettivo, ci riempie di enorme soddisfazione», ha commentato la senatrice M5S e componente della Commissione Ambiente, Patty L’Abbate.

Sono proprio quei sindaci a portare avanti e sostenere “tutte quelle politiche che mettano al centro l’importanza delle amministrazioni comunali, primo collante dei cittadini con le istituzioni”.

Il villaggio

BRN Village, il primo villaggio in Italia
dedicato alla Bicicletta

E ci sono anche i progetti sul territorio per rendere ancora più legate alla bicicletta intere zone. Sono infatti iniziati i lavori per la realizzazione del BRN Village, il primo villaggio interamente dedicato al mondo del ciclismo e del benessere in Italia. Un’area di circa 70.000 m2 situata nel cuore della Romagna, a Forlimpopoli in provincia di Forlì-Cesena, nota per aver ospitato lo stabilimento dello storico zuccherificio SFIR, installato sul territorio negli anni ’60, chiuso all’inizio degli anni 2000 e da allora divenuta simbolo di incuria, degrado e abbandono, oggi riconsegnata alla città con un progetto di riqualificazione integrato con il territorio aperto al pubblico che coniuga economia, ambiente, tempo libero, sport e benessere.

Previsto un tracciato didattico in manto gommato progettato per l’educazione civica e stradale che sarà a disposizione di tutte le organizzazioni e le scuole del territorio che potranno avvalersi anche di un’Aula Didattica in cui affrontare gli aspetti teorici della guida in bici su strada. E poi 2 Pump Track – percorsi tecnici per la Mountain Bike e il Freestyle – per un totale di 342 metri lineari e uno sviluppo complessivo di 3.200 m2.
A pochi passi dai tracciati sorgerà inoltre un Bike Café e nel cuore del parco infine troverà spazio la “Piazza del Ciclista”, un’area parzialmente coperta in cui saranno installate tre differenti Bike Station, dotate dei principali strumenti e attrezzi per la cura e la riparazione della bici, abbinate a nove punti di ricarica universale per le batterie delle e-bike.

Articoli correlati