Settimana Santa, Pasqua e Pasquetta in Puglia

La Settimana Santa tra le bellezze culturali ed ambientali pugliesi, all’insegna del sole e di temperature primaverili per Pasqua e Pasquetta

La Settimana Santa è iniziata. Per i credenti è un momento fondamentale per il cristianesimo che va vissuto intensamente, ma per tutti è un ponte di grande interesse per chi vuole riposarsi o fare gite fuoriporta. Il freddo intenso ha ormai abbandonato quasi completamente l’Italia lasciando spazio a temperature più primaverili.

La Settimana Santa

La Settimana Santa è prima di tutto un momento di profonda spiritualità. Inizia il giovedì con la Lavanda dei Piedi. In tutte le chiese si prepara l’Altare della Reposizione in memoria dell’Ultima Cena. Il venerdì, invece, c’è la Processione dei Misteri ed i Sepolcri. In tutte le città pugliesi, questi momenti sono ben radicati nelle comunità e si vivono intensamente, si visitano le chiese per tradizione e curiosità. La Processione dei Misteri, con le statue antiche o con i flagellanti, continua ad affascinare tutti. La più famosa è senza dubbio quella di Taranto. Ma la Settimana Santa è anche un lungo weekend rilassarsi.

Pasqua e Pasquetta, banco di prova della stagione estiva

settimana alberobello trulliLe festività pasquali sono il preludio della stagione estiva. Ha dirlo sono i dati raccolti dal web, precisamente dal sito www.trivago.it. Le mete più ambite per la Settimana Santa dei turisti italiani e stranieri sono Bari, Lecce ed Alberobello. A seguire, Fasano, Polignano a Mare, Gallipoli, San Giovanni Rotondo, Otranto, Ostuni, Monopoli, Castellana Grotte e Martina Franca. Previsto anche un aumento di spesa media e di permanenza media dei villeggianti. Secondo il sito, chi spenderà di più in Puglia saranno gli inglesi, mentre i polacchi spenderanno di meno. All’appello ci sono anche Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi, Spagna, Stati Uniti e Svizzera.

Leggi anche: Sviluppo ecocompatibile, Dune costiere e Torre Guaceto insieme

Vademecum dell’Ente Parco

settimana bici escursioni parcoPer vivere bene il weekend tra grigliate e scampagnate, l’ente gestore del Parco Naturale Regionale Costa Otranto Santa Maria di Leuca – bosco di Tricase, ha proposto un “vademecum eco” per evitare l’accumulo sregolato di rifiuti post gita. Evitare l’uso della plastica, conferire i rifiuti solo negli appositi spazi, visitare il parco a piedi, non accendere fuochi fuori dalle aree dedicate, non disturbare gli animali e non danneggiare gli habitat naturali.

Leggi anche: Dal Brasile per scoprire il Parco Nazionale del Gargano

Pasqua e Pasquetta nella Pinacoteca

Intanto a Bari, apertura straordinaria a Pasqua e Pasquetta della Pinacoteca metropolitana “Corrado Giaquinto”, nel Palazzo della ex Provincia,  per visitare la mostra “Sandro Chia e i guerrieri di Xi’An”. L’esposizione, curata da Clara Gelao ed Enzo Di Martino, è incentrata sugli Antichi Guerrieri di Xi’an (210 a.C.), ritrovati in Cina nel 1974, di cui il Governo cinese ha realizzato un limitato numero di copie in terracotta. Sono quelle che Chia ha dipinto con i suoi motivi formali, appropriandosene idealmente e facendole così diventare sue “opere fatte ad arte”.

Il weekend a Grottaglie

Torna nel Quartiere delle Ceramiche di Grottaglie l’evento organizzato dall’Associazione “Up to the Jefu” sulle terrazze delle botteghe artigiane. Questa volta sarà Jolly Mare a strabiliare con la sua musica il pubblico. Nel quartiere è possibile incontrare centinaia di botteghe artigiane che durante la serata realizzeranno a mano ceramiche uniche. A condire la serata, calici di vino, rosso e bianco prodotto da varietà viticole del posto, e prodotti tipici gastronomici della giovanissima azienda pugliese Chicche di Puglia di Taranto. L’ingresso al quartiere è solo su invito e prevendita.

Pasqua e Pasquetta con Serapia

settimana escursioni parcoInfine, per la Settimana Santa non mancano le gite. La cooperativa Serapia organizza una serie di escursioni ed eventi per tutte le famiglie. A Pasquetta a Martina Franca, escursioni e ciclotrekking nella Riserva Naturale Bosco delle Pianelle, tra querce secolari, gravine, masserie storiche e paesaggi della Murgia, per scoprire i segreti delle piante e degli animali selvatici, tra lecci monumentali e panorami mozzafiato. Sempre nella Riserva, la cooperativa ha organizzato anche un laboratorio per bambini e famiglie per conoscere la storia dell’evoluzione animale. Ad Ostuni, invece, è prevista un’escursione panoramica tra antichi luoghi di culto scavati nella roccia e la grotta dove è stata ritrovata la mamma più antica del Mondo.

Leggi anche: C’è un vulcano tra Puglia e Basilicata. Anzi un vulcanello

Insomma, tanta attività all’aperto per il benessere del corpo e dello spirito, ma anche tanta voglia di riscoprire, valorizzare ed apprezzare meglio le bellezze culturali e naturali della Puglia.

 

Articoli correlati