Input your search keywords and press Enter.

Settimana del Pianeta Terra

Chi non possiede a casa almeno due telefonini e un computer? Vi siete mai chiesti, però, di che materiale sono fatti? Ebbene, per la costruzione di questi accessori ormai indispensabili in ogni famiglia, Alluminio, Antimonio, Arsenico, Bismuto, Boro, Calcio, Germanio, Silicio, Rame, Fluoro, Oro, Platino, Ferro, Piombo, Stagno e altri elementi chimici sono utilizzati in diverse percentuali. Ma non solo. In tutto ciò che vediamo, che tocchiamo tutti i giorni, le scienze della Terra occupano un ruolo strategico.

Diffondere la cultura geologica e aumentare la visibilità delle geoscienze, divulgare il patrimonio di conoscenza delle scienze della Terra e mostrare la loro diretta applicabilità alla vita quotidiana sono gli obiettivi della “Settimana del Pianeta Terra”, che parte oggi 14 ottobre 2012, in tutta Italia, organizzata dalla Federazione Italiana di Scienze della Terra. Per l’occasione, in novanta città italiane sono stati programmati 142 eventi. Tra gli altri, in Sicilia si entra nel ventre dell’Etna, i ragazzi di Pozzuoli ricordano la nascita del Monte e un inedito filmato dei fratelli Lumière sarà proiettato proprio sul Vesuvio; in Emilia Romagna visita ai centri storici colpiti dal terremoto, in Abruzzo ispezione al fortino costruito per combattere i briganti, a 2100 metri, dal neoesercito italiano all’indomani dell’Unità d’Italia; a Treia, nelle Marche, la prima mostra filatelica dedicata alla geologia italiana. Eventi negli eventi la giornata nazionale della geologia medica a Cagliari, l’Open Day in quasi tutti i musei di Scienze Naturali e la giornata nazionale dell’acqua a Pisa e in Sardegna. Tutti gli eventi, regione per regione, sono visibili sul sito della Settimana del Pianeta Terra.

«Con forza vogliamo ribadire l’importanza delle Geoscienze, le Scienze della Terra – ha detto Rodolfo Coccioni, vice presidente della Federazione Italiana di Scienze della Terra -. Saremo su tutto il territorio italiano e non solo sui vulcani ma anche nelle città, fiumi, grotte, laghi, montagne, miniere. Toccando ambiti diversi che spaziano dall’economia all’agricoltura e dalla salute alla sicurezza nei loro diversi aspetti – energia e risorse, acqua, suolo, aria, clima, infrastrutture, mobilità, difesa dai pericoli naturali, materiali innovativi, tutela dei beni naturali e culturali -, le scienze della terra influenzano stili di vita e costituiscono le fondamenta su cui costruire uno sviluppo sostenibile».

Più di 130 gli Enti, le Università, i Musei, le Associazioni che hanno aderito all’evento; 1500 ore di attività con seminari, percorsi, geoescursioni, più di 500 tra relatori, esperti e volontari che spiegano, raccontano e descrivono le geoscienze andando in giro per l’Italia. Il pubblico può fare visita a sale museali e collezioni mai viste prima, partecipare a viaggi in luoghi e scoprire monumenti spesso sconosciuti; incontrare scienziati e ricercatori, assistere a conferenze su questioni importanti come le risorse energetiche dell’Italia, i terremoti, la necessità di salvaguardare un patrimonio spesso minacciato dagli incendi, la siccità, i cambiamenti climatici, i vulcani.

Un grande contributo viene dalla Puglia, dove la Settimana del Pianeta Terra debutta a San Marco in Lamis (FG), nel Parco Nazionale del Gargano, con l’Open Day al Museo Paleontologico dei dinosauri di Borgo Celano (frazione di San Marco); a Maglie (LE) con la scoperta delle Geoscienze al Museo Civico di Paleontologia e Paletnologia di Maglie con escursione geologica nel Salento, a cura del Prof. Paolo Sansò, geologo, docente di Geografia Fisica e Geomorfologia, Università del Salento.

Testimonial della manifestazione Cesare Bocci, il Mimì Augello protagonista della serie televisiva del commissario Montalbano, dottore in Scienze Geologiche, che accompagna esperti e volontari in giro per l’Italia per spiegare, raccontare e descrivere cosa sono le geoscienze.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *