Sequestrati 70 sacchi di vongole

Pescatore di frodo sanzionato ad Ancona con un’ammenda di oltre 21 mila euro da Guardia di Finanza e Guardia Costiera

 

La Guardia di Finanza e la Guardia Costiera di Ancona hanno sequestrato 700 kg di vongole pescate irregolarmente lungo il litorale di Ancona, nello specchio di mare compreso tra il Parco del Cardeto e il Passetto.

Nel corso di un servizio di bracconaggio ittico predisposto ad hoc da mare e da terra, i finanzieri e i marinai hanno avvistato, durante la notte, un natante a luci spente con un uomo a bordo che stava pescando.

Senza farsi notare, le Fiamme Gialle hanno monitorato tutte le operazioni del natante finché non è giunto in porto. I militari hanno così allertato via radio i colleghi appostati nello scalo portuale che, appena attraccato, hanno controllato l’imbarcazione.

Impossibile nascondere i 70 sacchi di 10 kg dei molluschi bivalvi, rigorosamente privi di documenti di tracciabilità e salubrità, pronti per essere venduti illegalmente sul mercato.

Al pescatore di frodo, sprovvisto di licenza di pesca, sono state contestate numerose violazioni, tra cui detenzione abusiva di prodotto ittico, esercizio della pesca di vongole in tempo non consentito con attrezzature vietate, superamento del quantitativo consentito, sequestro del prodotto ittico e delle attrezzature da pesca, comminandogli sanzioni amministrative per oltre 21 mila euro.

Le vongole, tutte sequestrate, sono state subito reimmesse in mare perché ancora vive.

Articoli correlati