Sequestrati 1400 kg di vongole non tracciate

L’intervento della Guardia di Finanza a Chioggia. Sequestrato anche un natante. Sanzionati due pescatori di frodo

 

Nel corso di un controllo mirato contro la pesca di frodo, durante la notte i finanzieri hanno sequestrato nella laguna di Chioggia 1.400 chili di semina di vongola verace (“Tapes Philippinarum”) per un valore commerciale pari a 27.000 euro, un natante da diporto dotato di due potenti motori fuoribordo e attrezzato per la pesca abusiva del valore di 240.000 euro e contestato a due soggetti illeciti amministrativi relativi alla mancanza di tracciabilità del prodotto ittico, con sanzioni che ammontano a 4.300 euro.

L’attenzione volta dalle Fiamme Gialle di Venezia al monitoraggio delle zone di ripopolamento gestite dalla Regione Veneto, destinate alla raccolta controllata degli allevamenti di pesca, è finalizzata alla tutela della salute pubblica e della libera concorrenza nell’ambito della pesca legale, in un settore economico già gravemente compromesso dalla devastante presenza del granchio blu in laguna.

Articoli correlati