Sequestrate 53 tonnellate di pneumatici abbandonati

L’attività della Guardia di Finanza di Vicenza. La scoperta in un’area privata dove erano ammassati rifiuti pericolosi e inquinanti

 

I militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale Vicenza hanno sequestrato, in Montebello Vicentino, un’area privata di 350 mq, in cui erano accatastate tonnellate di rifiuti speciali, anche pericolosi, con il rischio di sversamento nel terreno di sostanze nocive per l’ambiente.

Il sequestro d’iniziativa, operato dalle Fiamme Gialle di Arzignano con il supporto dei tecnici dell’ARPAV (Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto), si è reso necessario a seguito dell’accertamento di una vera e propria discarica a cielo aperto, dove sono state rinvenute circa 53 tonnellate di pneumatici fuori uso, parabrezza di auto frantumati, oli esausti, pastiglie freni, cerchioni in ferro di autoveicoli, batterie auto esauste, materiale ferroso vario, solventi, il tutto a diretto contatto con il terreno.

I due responsabili del reato di “attività di gestione di rifiuti non autorizzata”, sarebbero il rappresentante legale della società proprietaria dell’area, costituita da un capannone industriale con area scoperta, e la proprietaria di un’officina, che avrebbe materialmente prodotto i rifiuti speciali. I due apparterebbero allo stesso nucleo familiare.

Nessuno dei due aveva documenti in grado di spiegare quanto stava accadendo nell’area. Inevitabile a quel punto il sequestro.

Articoli correlati