Sequestrate 400 tonnellate di rifiuti speciali e pericolosi

È stata scoperta una discarica abusiva dalla Guardia di Finanza di Monza in un’area privata della Brianza

 

È stata sequestrata dalle Fiamme Gialle di Monza una vasta area privata utilizzata come discarica abusiva, al cui interno conteneva 400 tonnellate di rifiuti misti, speciali e pericolosi.

L’attività, in collaborazione con la Polizia Provinciale di Monza, è scaturita nel corso di un’operazione finalizzata al contrasto dei reati ambientali.

L’area è di oltre 13.000 mq ed è situata nel Comune di Carate Brianza. Si tratta di una zona sottoposta a vincolo strategico provinciale. Nel corso dell’ispezione dell’area sono stati scoperti cumuli di macerie alti sino a 10 metri. Sono stati scoperti anche rifiuti classificabili come pericolosi, tra i quali un escavatore abbandonato coperto dalla fitta vegetazione, batterie al piombo per veicoli e fusti petroliferi, che dovevano essere già stati smaltiti. C’era anche materiale ferroso, proveniente da demolizioni industriali, R.A.E.E., pneumatici e ammassi di materiali irriconoscibili.

Il responsabile è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Monza per attività di gestione di rifiuti non autorizzata e per mutamento d’uso urbanisticamente rilevante in area sottoposta a vincolo strategico provinciale.

Sono ancora in corso gli accertamenti finalizzati alla messa in sicurezza del sito e alla verifica, in collaborazione con gli Enti competenti, dell’eventuale contaminazione ambientale.

Articoli correlati