Input your search keywords and press Enter.

Sea and the city, un waterfront per Bari

Nell’ambito di Sea and the city, il programma di attività del Politecnico di Milano svolte in collaborazione con il Comune di Bari per la definizione del Waterfront cittadino, dal 23 al 30 maggio prossimo, presso la Casa delle donne del Mediterraneo (piazza Balenzano, nei pressi del mercato coperto), si terrà un work(shop) in progress organizzato dall’assessorato all’Urbanistica e Politiche del Territorio con Politecnico di Bari, DICAR e DICATECh.waterfront locandina workshop

«Lo sviluppo della città parte da idee condivise e progetti concreti – dichiara l’assessora all’Urbanistica Carla Tedesco – Stiamo lavorando attraverso vari strumenti alla ricucitura del rapporto tra la città e il mare: il Piano urbanistico, il Piano delle coste, gli 8 progetti di riqualificazione di spazi pubblici lungo la costa, i lavori del waterfront di San Girolamo. Il workshop che si apre lunedì rappresenta, dunque, un’importante occasione di dibattito intorno ad un tema centrale per l’amministrazione. Gli studenti del Politecnico di Milano hanno lavorato su due livelli: uno più “libero” , che non tiene conto di alcune scelte già effettuate dall’amministrazione, l’altro più aderente alle trasformazioni già in corso o in programma. Le loro idee progettuali saranno portate alla discussione coinvolgendo amministratori, università, associazioni, cittadini, attraverso un metodo di lavoro aperto e inclusivo. Dal confronto emergeranno sicuramente spunti utili per le progettazioni già in corso e per programmare nuovi interventi».

Il workshop prende avvio lunedì 23 con la mostra sullo stato di avanzamento dei progetti redatti da 40 studenti del Politecnico di Milano, impegnati per questo anno accademico sulla riqualificazione dei 42 chilometri di costa su cui si affaccia la città di Bari.

Attorno a questi materiali, abbastanza formalizzati da rendere possibile il confronto sulle ipotesi progettuali, ma ancora abbastanza acerbi nella definizione dei contenuti da essere aperti a sollecitazioni e critiche di altri sguardi, si organizzano tre sessioni di discussione: una in dialogo con le istituzioni, una in dialogo con l’accademia, l’ultima strutturata in tavoli tematici, ancorati ai diversi contesti, con un confronto aperto ai molti attori sociali interessati alle trasformazioni urbane: esperti, politici, associazioni, comitati e cittadini.

Seguiranno giornate di lavoro in sede che ospiteranno il racconto di alcune esperienze (Domestic Landscape, Bollenti Spiriti, Casa delle Donne del Mediterraneo), un workshop di fotografia coordinato dall’associazione Planar, sopralluoghi , ulteriori revisioni da parte degli esperti. Il workshop si concluderà con un incontro pubblico che rilancerà i temi progettuali per l’ultimo step del programma: la mostra dei progetti finali sul futuro waterfront prevista nel prossimo mese di novembre.

Il programma completo di “Sea and the city”:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *