Scoperto deposito abusivo di contatori gas

A Cesena, sequestrata un’area di 2000 mq ed oltre 120 tonnellate di rifiuti elettrici ed elettronici per illeciti ambientali

 

Le Fiamme Gialle di Rimini hanno individuato un deposito incontrollato di rifiuti presso un’azienda operante nel settore della sostituzione e recupero dei contatori gas delle utenze domestiche, attiva in diverse regioni italiane.

Questa società, in Emilia Romagna, a Cesena ha la struttura con più dipendenti.. Qui, le indagini hanno accertato una gestione impropria di rifiuti e un’attività finalizzata al recupero degli stessi senza possedere alcuna autorizzazione, violando il “Testo Unico Ambientale” sulla corretta gestione dei rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi.

Nel corso delle indagini, è stato inoltre scoperto che l’azienda utilizzava come propri uffici una costruzione prefabbricata collegata alla rete fognaria, la quale risultava essere completamente abusiva. In questa circostanza è stato informato lo sportello unico del Comune di Cesena e l’Autorità GIudiziaria.

A conclusione dell’attività di servizio i militari della Guardia di Finanza hanno proceduto al sequestro dell’intera area aziendale di circa mq. 2.000, comprensiva dell’immobile abusivo, unitamente a oltre 120 tonnellate di rifiuti, fra cui materiali elettrici ed elettronici, batterie al litio esauste e altre tipologie di rifiuti.

Il rappresentante legale e il consulente esterno dell’azienda sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Forlì per attività di gestione di rifiuti non autorizzata e deposito incontrollato di rifiuti speciali.

Considerata la complessa gestione dei rifiuti prodotti dalla particolare attività imprenditoriale e tenendo conto del fatto che la stessa si svolge in diverse regioni, sono tutt’ora in corso indagini conoscitive allo scopo di valutare possibili collegamenti con altre unità operative attive sul territorio nazionale.

Articoli correlati