Input your search keywords and press Enter.

Schiume a bassa emissione, per i sedili delle auto

johnson controls - body technology innovation

La leadership tecnologica è la chiave per prodotti differenziati, di successo, di Johnson Controls

«Aria più pulita e più sana all’interno delle nostre automobili», grazie alle schiume a bassa emissione. L’affermazione è di Ingo Fleischer di Johnson Control, gruppo industriale numero uno al mondo con interessi che vanno dall’efficienza energetica in edilizia alla produzione di batterie e accumulatori e di sistemi e componenti per sedili automobilistici. Azienda che sin dal 1885, anno della sua fondazione, ha dimostrato impegno verso la sostenibilità con l’invenzione del primo termostato elettrico per ambienti.

«Il nostro obiettivo è la sostituzione di materiali con prodotti a basse emissioni, idonei a una produzione in serie, che non pregiudichino le caratteristiche principali delle schiume di poliuretano, quali la durata e la rigidità», spiega Ingo Fleischer, group vice president & general manager product group Foam alla Johnson Controls Automotive Seating.

Johnson Control ha rivestito in questi ultimi quindici anni il ruolo di leader tecnologico in ambito di ricerca, sviluppo e produzione di schiume a basse emissioni per sedili per autovetture. L’ultimo risultato lanciato sul mercato di questo processo di sviluppo è la terza generazione di schiume a bassa emissione, di poliuretano. Grazie alle avanzate tecnologie della fabbrica di Burscheid in Germania, le schiume a bassa emissione contengono fino al 90 percento in meno di COV (Composti Organici Volatili) rispetto a dieci anni fa.

Johnson Control, inoltre, è riuscita a ridurre significativamente la quantità di impurità presenti nei materiali e gli odori ad essi connessi.
«Esaminiamo e testiamo tutti i nuovi materiali e tutte le nuove tecnologie sul mercato in un modo continuo e sistematico, in stretta collaborazione con i nostri fornitori di materiali. Basandoci su questi risultati – continua Fleischer – adattiamo il processo produttivo al fine di massimizzare il potenziale del nuovo materiale nella riduzione delle emissioni».

Il ruolo delle schiume è sempre più importante nei sedili, sia in termini di comfort sia per dare forma alla seduta e allo schienale. «Se si calcola un volume medio della schiuma di 0,25 m3 in un sedile di un’autovettura, questa ottimizzazione della formula supporta i nostri sforzi volti a creare un ambiente interno più pulito e più sano».

Il ruolo guida nella ricerca di schiume a basse emissioni è stato assunto dal Centro Tecnico Johnsons Controls di Strasburgo, in Francia, che che collabora con i Centri Ricerca e Sviluppo di Plymouth negli States e Shanghai in Cina, con risultati che «nel corso degli anni – conclude Fleischer – siamo stati in grado di migliorare. Non solo il materiale base della schiuma ma anche i processi produttivi, i metodi di prova e nel complesso il nostro know-how tecnico».
La nuova schiuma a basse emissioni è prodotta negli stabilimenti del Gruppo in Europa e in Cina. Un terzo stabilimento è quasi pronto negli USA.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *