Input your search keywords and press Enter.

SaveTheArctic: obiettivo 2milioni di firme

A soli trenta giorni dal lancio della più grande campagna internazionale in difesa dell’Artico, oltre un milione di persone ha già aderito alla petizione di Greenpeace firmando sul sito SaveTheArctic. Paul McCartney, tra i firmatari dell’appello, ha voluto celebrare il risultato con un blog personale, «Non mi resta che decidere quale animale sarò…  Sì, hai indovinato.. “I am the Walrus”. Io sono il tricheco. Sir Paul McCartney». L’organizzazione – che si aspettava di raccogliere un milione di firme non prima dell’inizio del 2013 – stabilisce oggi un nuovo ambizioso obiettivo: arrivare a quota due milioni.

Molte sono state le attività intraprese da Greenpeace in difesa dell’Artico. Attivisti in 110 città e 19 Paesi nel mondo hanno fatto visita ai distributori di benzina e agli uffici della Shell per protestare contro le esplorazioni petrolifere della compagnia in Artico.

L’equipaggio dell’Esperanza ha lanciato un messaggio di ringraziamento a tutte le persone che, in questo mese, hanno aderito alla campagna SaveTheArctic: “Thank You Arctic Million!”; mentre un team di esperti sta monitorando i ghiacci artici con l’obiettivo di realizzare per la prima volta un’immagine completa in 3D della banchisa.

Greenpeace vuole bandire le attività di estrazione offshore e i metodi di pesca distruttivi dalle acque artiche e creare un santuario globale attorno al Polo Nord. La lista dei paladini dell’Artico sarà inserita in una capsula e posta sul fondale del Polo Nord, a una profondità di 4 chilometri dal ghiaccio artico. Il luogo sarà contrassegnato da una “Bandiera per il Futuro”, simbolo dell’impegno mondiale in difesa del Pianeta.

PHOTOGALLERY

[nggallery id=157]

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *