Input your search keywords and press Enter.

San Valentino, viaggi originali nel nome dell’amore

Proposte insolite, a volte stravaganti per festeggiare San Valentino: guardare l’aurora boreale da un igloo, cenare tra i delfini dell’Acquario di Genova, volare sulle mongolfiere in Sudafrica e in Marocco. Unico comune denominatore: due cuori innamorati e il gusto per l’avventura

Ebbene sì, per San Valentino i cuoricini a Bari ci stanno tutti.
Dopo Napoli, è proprio il capoluogo pugliese la città più romantica d’Italia; la fonte? Google trends, con un sondaggio che si riferisce alle settimane di San Valentino dal 2012 al 2017.
E dunque, quale occasione migliore per profuse manifestazioni d’amore se non la ricorrenza di San Valentino? Ci pensano web e tour operator a inventarsi proposte insolite e a volte stravaganti per onorare la nobile causa del cuore.

Genova, a cena con i delfini

Siete amanti del mare al punto di voler trascinare la vostra compagna in un’atmosfera che più “acquatica” non si può? All’Acquario di Genova gli spettacolari fondali si trasformano in un indimenticabile scenario per la serata di San Valentino. Dopo il brindisi di benvenuto al padiglione dei Cetacei, con vista mozzafiato sul Porto Antico, la cena ed anche lo spettacolo dei delfini con le loro evoluzioni. Info sul sito dell’Acquario di Genova .

Lapponia, due cuori ed un igloo

L’amore tutto può; anche scaldare una notte trascorsa in un igloo di vetro, tra i ghiacci e le nevi. Questa volta il viaggio di San Valentino arriva nella Lapponia finlandese settentrionale, una delle zone migliori al mondo dove poter ammirare l’Aurora Boreale. Costruiti con un vetro speciale termico che mantiene la temperatura all’interno a un livello normale e impedisce al vetro l’appannamento, questi igloo consentono un soggiorno confortevole immersi nella natura anche quando le temperature scendono. I più temerari possono dormire anche nell’hotel di ghiaccio, aperto dal 20 dicembre 2017 al 31 marzo 2018.

Mauritius, nelle bolle dell’eco-resort

in mongolfiera per san Valentino

Volo in mongolfiera su Marrakesh in Marocco o sul Sudafrica?

Se invece il sogno d’amore parla di sabbie bianche e giardini tropicali, l’isola di Mauritius vi aspetta. Per una fuga romantica in piena regola, c’è persino la possibilità di un isolotto privato sulla costa orientale, Ilot Mangénie. Mentre spostandosi verso sud, il Bubble Lodge è la location perfetta per un San Valentino green. Qui, nel cuore del Domaine de Bois-Chéri, si trovano enormi bolle trasparenti in pvc che danno vita ad un eco-resort con vista sulle piantagioni da tè e la vegetazione lussureggiante circostante.

Sudafrica e Marocco, in volo con le mongolfiere

Dedicato a chi pensava che il Sudafrica fosse solo savana e deserti.
Per San Valentino, e non solo, in Sudafrica è possibile festeggiare l’amore tra le nuvole sulle mongolfiere. Dall’alto, gli amanti scopriranno i segreti delle montagne più impervie, i deserti e le spiagge sconfinate. Le escursioni più richieste si possono trovare nel Magaliesberg, vicino a Johannesburg, a Sabie e a Hazyview nel Mpumalanga, ad Oudtshoorn nel Karoo, nei Drakensberg e nelle Natal Midlands, nel KwaZulu Natal.
Oppure la favola continua, perdendosi nelle corse a cavallo lungo le verdi pianure o al tramonto sulla spiaggia di sabbia di Noordhoek Beach, lunga ben 8 km in una delle aree ancora incontaminate e meglio protette dell’Atlantic Cape coast. Info sul portale dell’Ufficio del turismo del Sudafrica.
Volo all’alba sulle mongolfiere anche nei cieli della città rossa del Marocco, Marrakech. Oppure una gita in quad, attraversando paesaggi suggestivi, dal lago Lalla Takerkoust alle colline, passando per piane desertiche e villaggi berberi. Sono alcune delle proposte di Dar Darma, lussuoso Riad del XVIII secolo situato nel cuore della Medina, a pochi passi dal museo di Marrakech.

LEGGI ANCHE: Foreste fatate: alla scoperta dei boschi magici tra Ufo, alberi curvi e fantasmi

Maiorca, sul treno storico e nel giardino botanico

Chi sceglie le Baleari non può perdersi una visita al Jardin botanico di Soller, con la sua raccolta di fiori originari delle isole Baleari, Canarie e di altre isole del Mediterraneo come Corsica, Sardegna Sicilia e Creta. Magari arrivandoci con la ferrovia storica che attraversa un territorio sorprendente da Palma a Soller.
Non da meno la Sierra de Tramontana, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 2011. Da qui, fughe romantiche e percorsi di trekking in tutta la parte continentale e che raggiungono il mare. Tutte le informazioni sul portale ufficiale dell’Ufficio del turismo di Maiorca.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *