Salvate il Parco di Matera dai rifiuti!

Giunge accorato l’allarme dal Parco della Murgia Materana, per  una situazione preoccupante e sgradevole in particolare nella zona di Murgia Timone, detta anche Belvedere. «I rifiuti a continuano ad ostacolare il turismo escursionistico nel Parco» è la denuncia che giunge dalla gestione del Parco.

Oltre alle diverse decine le migliaia di turisti e concittadini che ogni anno visitano questi luoghi per l’indiscussa bellezza del panorama, ci sono anche dei “visitatori notturni” che riversano nell’area rifiuti di ogni sorta. L’ente Parco aveva già sollecitato un intervento di pattuglia stabile da parte delle forze dell’ordine, non ottenendo però risultati. Più solerte il Comune di Matera, che ha disposto un impiego settimanale degli operatori ecologici. Tuttavia la situazione resta ancora distante dalla normalità visti i ritmi di accumulo dei rifiuti. «Il risultato – viene ribadito in una nota – è che questo grave problema continua a costituire un grande deterrente al decollo del turismo escursionistico nel Parco della Murgia Materana». Per combattere il fenomeno dal Parco arriva dunque la richiesta di nuove campagne di educazione e comunicazione ambientale e di un maggiore impiego degli operatori ecologici. Altra soluzione proposta è quella di sperimentare dei periodi di chiusura notturna, almeno temporanei.

Articoli correlati