Salvare alberi e clima: la mission di Qundis

Qundis supporta il progetto internazionale Plant for the Planet. In meno di un anno piantati 3.620 nuovi alberi

Qundis, l’azienda di sistemi per la contabilizzazione del calore, ha attivato la collaborazione col progetto Plant-for-the-Planet nel 2016. Attraverso il proprio sito internet e una serie di eventi dedicati, Qundis ha raccolto fondi per la piantumazione di ulteriori 8.500 alberi oltre quelli già piantati in passato.

Plant for the Planet, un progetto per salvare gli alberi

Plant-for-the-Planet è un progetto finalizzato alla promozione di iniziative volte a fermare il cambiamento climatico globale. L’iniziativa consiste nel piantare più alberi possibili per contrastare gli effetti dannosi dovuti all’anidride carbonica. Nato nel 2007 dal progetto scolastico di un bambino tedesco di 9 anni, su fonda sull’idea secondo cui i bambini avrebbero dovuto piantare 1 milione di alberi in ogni paese della terra per combattere il cambiamento climatico. Oggi Plant-for-the-Planet opera in tutto il mondo e vede impegnati bambini provenienti da oltre 100 paesi.

Le iniziative

salvare alberi con Qundis
Qundis e Plant For The Planet

Plant-for-The-planet organizza giornate di formazione rivolte ai bambini in tutto il mondo, per insegnare loro l’importanza della salvaguardia dell’ambiente e i rischi dovuti ai cambiamenti climatici. Si propone, così, di formare giovani ambasciatori per la giustizia climatica.

Oltre alla campagna a supporto della piantagione degli alberi, ad Aprile Qundis ha organizzato la seconda Children’s Academy di Plant-for-the-planet a Erfurt, in Germania. L’obiettivo di questa “Accademia” era quello di sensibilizzare i bambini e gli adolescenti riguardo ai problemi climatici e incoraggiare una loro partecipazione attiva alla campagna.

Salvare alberi (e pensare al clima) anche in Italia

«In Europa, ci sono 6 milioni di appartamenti che fanno uso dei sistemi Qundis per la contabilizzazione del calore e dell’acqua. Grazie alla nostra tecnologia radio è possibile monitorare in modo accurato i propri consumi e di conseguenza essere incentivati a ragionare sull’efficienza energetica,potendo risparmiare fino a 4,5 milioni di tonnellate di CO2 », spiega Antonello Guzzetti, Country Manager di Qundis in Italia.  «Speriamo di poter portare questo progetto in Italia nel prossimo futuro e ci auguriamo che molte altre persone ci siano di supporto nella mission di proteggere il clima e l’ambiente – non solo piantando nuovi alberi ma anche incoraggiando le Children’s Academies, che sono una componente essenziale per la conservazione dell’ambiente».

Come fare per…

Quanti siano interessati possono ora sostenere Plant-for-the-Planet e Qundis con la propria donazione, sul sito dell’azienda. Il contatore legato al progetto offre una panoramica chiara delle varie opzioni di donazione, degli obiettivi della campagna, degli alberi già piantati e degli Stati in cui è in corso la piantagione.

Articoli correlati