Input your search keywords and press Enter.

Salento Open Days, tutto il resto è noia

Santa Croce Lecce, il frontespizio della basilica barocca

Lecce e il suo barocco ma non solo, sempre più protagonista dell’offerta turistica pugliese. Con l’inizio della stagione estiva ritorna puntuale l’appuntamento con Puglia Open Days, programma di attività gratuite che da luglio a settembre, dal giovedì al sabato, sino a tarda sera, consente di scoprire le bellezze ambientali e culturali del Salento e di abbandonarsi al gusto e alle tradizioni dell’enogastronomia locale. Al suo secondo appuntamento, Puglia Open Days è promosso dall’assessorato regionale al Mediterraneo, Cultura e Turismo e organizzato dall’Agenzia Regionale del Turismo Puglia Promozione.

Gli itinerari partono dalla costa e si snodano nell’entroterra per scoprire l’artigianato e il gusto delle produzioni locali e l’eleganza delle architetture rurali. Ad accogliere i turisti, in visita guidata, cinquanta masserie didattiche, trentasette cantine e dodici frantoi, con laboratori di cucina e di gusto per gli adulti e attività ludiche per bambini.

Una sala del MUseo STorico di Lecce

Il programma di aperture straordinarie e visite guidate è stato presentato venerdì 12 luglio al MUST il Museo Storico della città di Lecce. Luoghi d’arte, cultura  e natura sono tutti rigorosamente aperti e gratuiti nei lunghi fine settimana d’estate. Il progetto, che si concentra su tre temi principali, gusto, natura e arte, vede coinvolti settanta comuni delle province di Lecce e Brindisi; centoventisei i luoghi aperti al pubblico, con oltre novecento attività per complessive 2.760 ore fuori dall’orario ordinario, che vede impegnate centocinquanta guide e più di cento organizzazioni pubbliche e private.

A fare da prima donna il Parco del Negroamaro (parco sociale, economico e culturale che coinvolge venticinque comuni del Salento Centrale), con le sue masserie tra muretti a secco e ulivi secolari. Disponibili gratuitamente il servizio di trasporto in bus: partenza dal foro boario di Lecce il 25 luglio, il 22 agosto, il 12 settembre; dal porto di Gallipoli l’8 e il 29 agosto, il 5 e 26 settembre; da Santa Maria di Leuca il 18 luglio, da Torre dell’Orso di Melendugno il 1° agosto, da Castro l’8 agosto, da Porto Cesareo il 19 settembre, da Otranto il 26 settembre. Per ricevere informazioni e prenotare i tour gratuiti o le visite individuali, è disponibile una comoda cartoguida, oppure si può contattare tutti i giorni (dalle 09.00 alle 20.00) il booking del Movimento Turismo del Vino Puglia per gli itinerari in cantine e frantoi allo 080 5233038 o il booking del Consorzio Puglia per gli itinerari in masseria allo 080 3141347 e al 320 0121609.

Una masseria a Presicce (LE)

Il venerdì è possibile immergersi nella natura dei dodici beni ambientali, distribuiti su un’area di quarantadue comuni: sono Bosco Rauccio, alle porte del capoluogo salentino, Parco naturale di costa Otranto Santa Maria di Leuca, Bosco di Tricase, Museo diffuso di Cavallino, Ecomuseo delle Serre di Neviano, Oasi Le Cesine, SIC di Torre dell’Orso, Parco Agricolo Paduli, Parco del litorale di Ugento, Parco del litorale di Punta Pizzo, Porto Selvaggio, Riserva naturale Palude del Conte e Area marina protetta di Porto Cesareo.

Trekking e passeggiate naturalistiche, tour in bici ed escursioni a cavallo o a bordo di un calesse ma anche in canoa e a vela sono riservati agli amanti dell’ambiente, con visite guidate ai cantieri di scavo archeologico ai laboratori creativi e stage di educazione ambientale. E ancora, birdwacting, orienteering, degustazioni, percorsi sensoriali. Tante le attività durante tutto il giorno, così come non mancano quelle da svolgere di notte: per ascoltare i rapaci, per passeggiare o per pedalare sotto le stelle e aspettare le stelle cadenti la notte di San Lorenzo tra il 9 e il 10 agosto.

Fedele compagna di viaggio è la cartoguida dedicata alla natura, con l’intero programma delle attività e tutti i contatti da cui rivolgersi per ricevere informazioni e prenotare.

Il sabato è dedicato all’arte: dalle 20 alle 23. In tutto cinquantasette luoghi: dalla capitale del barocco, Lecce, con bellezze come la Basilica di Santa Croce, alla città dei martiri, Otranto, il cui borgo antico, dal 2010, è patrimonio dell’Unesco e Sito Messaggero di pace. Porte aperte, o meglio i portoni dei castelli di Carlo V a Lecce, di Copertino, Castro, Corigliano d’Otranto e dei palazzi storici come Palazzo Gallone e le sue prigioni a Tricase e Palazzo Palmieri a Martignano. Da non perdere, infine, le armonie architettoniche dei santuari, delle numerose chiese, basiliche e cattedrali come il Duomo di Lecce, la Basilica di S. Caterina d’Alessandria a Galatina – con i suo stupendi affreschi -, la Cattedrale di Sant’Agata a Gallipoli, il Santuario di Santa Maria di Finibus Terrae a Leuca o la guglia del Raimondello a Soleto che, secondo la tradizione, fu edificato in una sola notte per opera di demoni e grifoni. E ancora musei e parchi archeologici come quelli di Alezio, Maglie, Poggiardo e Ugento, senza dimenticare a Lecce il Museo della cartapesta e il MUST.

E non è finita: Lecce vi aspetta per il  “Trip – viaggio nel Salento tra santi e fanti”, uno spettacolo con venticinque racconti sulla città e il Salento; a Martignano, i laboratori di pizzica e musica popolare; a Catrignano dei Greci, le visite guidate con teatro itinerante; il 13 luglio al Palazzo Marchesale di Botrugno, il laboratorio di cucina tipica salentina; a Gallipoli, i laboratori di didattici al museo civico “Barba”.

Quindi, con prenotazione consigliata, ogni sabato sera visite guidate ai centri storici di Alessano, Botrugno, Castrignano dei Greci, Castro, Galatone, Gallipoli, Lecce, Maglie, Minervino di Lecce, Muro Leccese, Nardò, Otranto, Palmariggi, Poggiardo, San Cassiano, Soleto, Specchia, Tricase  e Uggiano La Chiesa.

Per conoscere tutti gli appuntamenti del sabato è possibile consultare la cartoguida Arte, distribuita gratuitamente presso tutti gli uffici di informazione turistica.

Tutte le cartoguida, gli aggiornamenti, maggiori dettagli e contatti sono inoltre disponibili sul sito:di Puglia Open Days Viaggiare in Puglia e i profili facebook e twitter. E con “Puglia for all” anche informazioni su itinerari per visitatori con esigenze speciali.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *