Input your search keywords and press Enter.

SAIE 2012 dopo il terremoto

“Niente dovrà essere come prima” è il motto di SAIE 2012 che dal 18 al 21 ottobre 2012, a BolognaFiere, diventa Forum con un manifesto dal titolo Ricostruiamo l’Italia, affinché sicurezza e sostenibilità non vengano più trascurati. Il recupero, il restauro, la riqualificazione dei centri storici e del patrimonio architettonico, nuovi modelli di edifici produttivi – abitativi -pubblici, nuove regole di certificazione ambientale, energetica e per la sicurezza sono alcuni dei temi che verranno affrontati durante il Salone Internazionale dell’edilizia che, dopo l’emergenza sismica, chiama tutti i protagonisti nazionali dell’edilizia per proporre nuovi modelli e processi innovativi della filiera delle costruzioni. «Saie 2012 segna il passaggio da semplice fiera dell’edilizia a forum per la messa in pratica delle migliori esperienze del costruire – spiega Duccio Campagnoli, presidente di BolognaFiere -. Un contributo per diffondere nel nostro Paese una cultura per la ricostruzione che non sia solo emergenza ma programmazione coerente degli interventi in edilizia. BolognaFiere aveva già pensato a una nuova  edizione di Saie intitolata “Ricostruiamo l’Italia”, convinta che il mondo delle costruzioni richieda importanti strategie di rinnovamento. Ora dopo i drammatici eventi in Emilia Romagna, seguiti a quelli de L’Aquila e di altre parti d’Italia, niente dovrà essere come prima nella progettazione, una sfida che il settore delle costruzioni deve saper cogliere davvero, con un impegno reale e non con momenti occasionali e di facciata».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *