Input your search keywords and press Enter.

Ritorna Reefestival, il concorso di idee Ecoart

Reefestival 2013 è il concorso di idee organizzato dall'Associazione Remmade - Ready made in Puglia -

Pronti a sfoderare idee, creatività e originalità? In Puglia continua l’attenzione nei confronti dei giovani e dell’ambiente grazie al Reefestival 2013, il concorso di idee organizzato dall’Associazione Remmade – Ready made in Puglia -che prosegue nel suo percorso di divulgazione e sensibilizzazione ambientale sui temi del riuso creativo e della promozione della raccolta differenziata. Grazie alle collaborazioni con il Festival “Recicla Madrid” e con quello di Roma, “Riscarti Festival”, quest’anno Renmade propone un festival artistico itinerante che porti alla riscoperta dei luoghi del Centro Storico di Bitonto, promuovendo allo stesso tempo il recupero degli stessi e contestualmente la città e la sua voglia di contribuire ad un nuovo modo di pensare sostenibile.

Dal 20 al 26 settembre tutte le opere scelte per il concorso verranno esibite in 7 locations nel centro storico di Bitonto

Le tappe del concorso – Il concorso prevede la selezione, entro il 13 settembre, di opere suddivise in Arti figurative, Design e Arredamento, Moda e Video che verranno presentate in occasione della collettiva“ReExhibition”. La mostra si inserisce tra le iniziative che promuovono l’arte, il design, la moda e la cultura del riuso creativo che trova sempre più spazio in tutti gli ambiti artistici. Al vincitore, oltre ad un premio in denaro, sarà riconosciuta la possibilità di veder realizzato il suo progetto grazie all’impegno che il Comune di Bitonto o un partner privato garantiranno. Dal 20 al 26 settembre, tutte le proposte scelte verranno esibite in sette location quest’anno dislocate nel centro storico di Bitonto. L’associazione culturale – che svolge da cinque anni una sperimentazione sul territorio di divulgazione, realizzazione e promozione di mostre ed eventi di prototipi a  impatto ambientale zero – attraverso la manifestazione darà modo di pensare a un diverso utilizzo di tutti quegli spazi del centro antico della città che spesso restano inutilizzati e chiusi, che in occasione della mostra verranno aperti al pubblico. Si utilizzeranno, infatti, quegli spazi aperti e accessibili al pubblico adiacenti ai siti culturali della città, in modo da valorizzarli e creare le condizioni per una loro fruibilità successiva da parte di cittadini e turisti. L’arte diventa così il mezzo con cui affrontare il tema della coscienza sostenibile che, nonostante sia ancora lontana dall’essere parte integrante della vita civile, conosce sempre più spesso espressioni fiduciose di sostenibilità ambientale.

l'associazione Remade da anni segue un percorso di divulgazione e sensibilizzazione ambientale sui temi del riuso creativo e della promozione della raccolta differenziata

La “Società del riciclaggio” – Nella sette giorni dedicata all’ecoart, il Reefestival dà modo di dare vita a una piccola “Società del Riciclaggio”: la città diverrà un contenitore d’arte a tutto tondo ospitando artisti, ballerini, attori, musicisti e poeti che sposano il progetto e che vogliono sensibilizzare e coinvolgere il maggior numero di sostenitori del “riuso”. Ogni artista può partecipare con una o più opere (fino a un massimo di cinque) in più sezioni o nella stessa, attraverso le quali reinterpretare lo “scarto” cambiando la destinazione d’uso del rifiuto. La qualità dell’idea, la ricerca dei materiali, l’impatto  ambientale, il valore in termini di riuso e il rispetto dei parametri richiesti saranno i criteri fondamentali della selezione per tutte le sezioni. Oltre all’esibizione delle opere, durante i sette giorni sono previsti oltre trenta eventi tra laboratori di educazione ambientale ed artistici a favore di bambini e ragazzi delle scuole; laboratori artigianali sul recupero degli antichi mestieri; Forum sull’ambiente dedicati a eco architettura, teoria della decrescita, mobilità sostenibile, green economy, ecoarte, educazione alla raccolta differenziata; eventi spettacolari dedicati alle varie arti il cui minimo comune denominatore sarà l’ambiente e l’arte.  Per partecipare leggere il bando sul sito del Festival

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *