Input your search keywords and press Enter.

Rischio condono sui siti inquinati

Si teme lo spettro del condono sulle bonifiche di siti inquinati come quelli a Porto Marghera, La Spezia, Brescia, Mantova, Taranto, Brindisi, Gela, Priolo, Crotone e nel Frusinate. «Le norme sulle bonifiche dei siti inquinati contenute nel decreto Monti approvato oggi al Senato mettono a rischio l’ambiente e la salute dei cittadini», segnala il WWF riferendosi in particolare alle disposizioni contenute nell’art. 40 comma 5 che, secondo l’associazione ambientalista, «sembrano configurare di fatto un condono silenzioso degli obblighi di bonifica dei siti contaminati per le aziende inquinatrici». Il WWF riesce invece a tirare un sospiro di sollievo per altre iniziative contenute nel provvedimento, positive sotto il profilo ambientale. Tra queste: l’inizio del percorso istituzionale per costituire un’Autorità indipendente sui trasporti e una maggiore attenzione dedicata agli studi di fattibilità economico-finanziaria per giustificare opere ad elevato impatto economico-finanziario, sociale e ambientale.

Print Friendly, PDF & Email