“Riparti con Energia”. Vinci una e-bike e promuovi la mobilità elettrica

e-bike E.ON
Una delle 10 e-bike messe in palio da E.ON

Fino al 16 ottobre si può partecipare al concorso E.ON che mette in palio 10 bici elettriche Touring

 Si chiama “Riparti con Energia” ed è l’iniziativa di E.ON per promuovere la mobilità elettrica e mettere in contatto diretto i consumatori e i cittadini con i Punti E.ON presenti sul territorio.

Fino al 16 ottobre i clienti e i cittadini maggiorenni possono recarsi, in tutta sicurezza, nei dieci punti vendita selezionati di Aprilia (LT), Città di Castello (PG), Domodossola (VB), Fossano (CN), Mira (VE), Paderno Dugnano (MI), Perugia (PG), Somma Lombardo (VA), Stezzano (BG) e Verbania (VB), e partecipare al concorso che mette in palio una e-bike Touring in queste località. Il tutto per incoraggiare il ricorso a soluzioni sostenibili per contribuire alla ripartenza del Paese nella fase  – si spera – post emergenza Covid-19.

Anche i dipendenti in bici

Tra le iniziative di E.ON, da sempre impegnata sul versante delle fonti di energia pulite, quella rivolta ai dipendenti, che ha incentivato a recarsi al lavoro in bici, organizzando un momento in cui trovarsi per fare il tragitto insieme. A giugno l’azienda ha ampliato l’iniziativa di e-mobility sharing interno Moving@E.ON, mettendo a disposizione dei dipendenti 40 biciclette elettriche ad uso professionale e privato.

Cicloturismo, alternativa ecofriendly al turismo tradizionale

Da questa estate inoltre, E.ON ha dato una mano alla diffusione del cicloturismo rafforzando la partnership con BikeSquare, giovane startup per lo sviluppo del cicloturismo sostenibile che, attraverso l’omonima app, offre soluzioni e pacchetti per il noleggio di bici elettriche in 27 territori, proponendo oltre 250 percorsi che uniscono natura, cultura, tradizioni locali e specialità enogastronomiche, e mette in contatto gli utenti con decine di strutture ricettive situate in prossimità dei percorsi disponibili.

Per il 2020 dati incoraggianti

E’ una maniera per incoraggiare il turismo ad un ritmo lento, in sintonia con l’ambiente e la natura, anche in autunno, e anche sulla scorta di un sondaggio del Touring Club italiano, che vede il 22% degli oltre 3.500 intervistati favorevole ad un viaggio itinerante a piedi o in bicicletta. Un trend confermato dal rapporto 2020 Isnart-Unioncamere e Legambiente sulle tendenze e l’economia del cicloturismo in Italia, che ritiene probabile che fino a dicembre 2020 si raggiungano i 26 milioni di pernottamenti di cicloturisti italiani, dopo i 20,5 milioni nel 2019.

Articoli correlati