Input your search keywords and press Enter.

Rinnovabili: il futuro dei Paesi emergenti

Sono l’Europa dell’Est, il Medio Oriente, il Nord Africa, il Sud Est asiatico e l’America Latina a scommettere di più sulle energie pulite. In particolare, secondo l’ultima indagine trimestrale di Ernst & Young ‘Country Attractiveness Indices’, la Cina è prima nella graduatoria degli investimenti. A quattro punti di distanza si trovano gli Stati Uniti, che superano di un solo punto la Germania, l’unico Paese europeo fra i primi dieci dopo l’annuncio del finanziamento di 100 miliardi di euro concesso dalla banca statale Kfw per favorire il passaggio dal nucleare alle rinnovabili. L’Italia si conferma in quinta posizione davanti alla Gran Bretagna nell’indice All Renewables e guadagna una posizione nella classifica del solare, classificandosi quarta. Andrea Paliani, partner Ernst & Young del settore Energy, spiega che «i mercati maturi dell’energia rinnovabile dell’Europa occidentale e degli Stati Uniti sono stati colpiti da significative riduzioni degli incentivi governativi, un limitato accesso al capitale e una maggiore concorrenza proveniente dall’estero». Ma perchè i Paesi emergenti sono così attivi nel settore delle energie verdi? «Questi Paesi con una domanda fortemente in crescita – chiarisce Paliani – vedono nelle energie rinnovabili la possibilità di garantire un futuro a basse emissioni di carbonio ed efficiente sotto il profilo delle risorse».

Print Friendly, PDF & Email