Input your search keywords and press Enter.

Rifiuti, vera risorsa per l’economia

L’emergenza rifiuti continua ad incombere sull’Italia che, su iniziativa del Commissario dell’Unione Europea Potocnik, è stata deferita alla Corte di giustizia dell’UE e condannata a versare una multa di 56 milioni di euro, oltre un’ammenda giornaliera fino alla regolarizzazione dell’infrazione. Una sanzione pesante in tempi di revisione della spesa pubblica, ma, assicura il presidente dei Circoli dell’Ambiente Alfonso Fimiani, non è il problema economico quello più preoccupante: «la priorità assoluta – dichiara Fimiani –  è risolvere una emergenza ambientale che rischia di compromettere la salute dei cittadini dei territori interessati». La sanzione irrogata dall’Unione Europea deve dunque essere vista come uno sprone a riconvertire il sistema di smaltimento dei rifiuti.  Il trattamento del rifiuto indifferenziato con i termovalorizzatori (nella foto l’impianto di Acerra), la riorganizzazione del sistema di raccolta differenziata sono gli strumenti attraverso i quali, sostiene Fimiani, «ci si avvia verso una nuova rivoluzione industriale che rappresenta la vera green economy».

I Circoli dell’Ambiente credono fortemente nella fattibilità di questa rivoluzione, verso cui l’opinione pubblica deve essere sensibilizzata: per questo i Circoli parteciperanno alla Settimana Europea di Riduzione del Rifiuto attivando Sportelli Informativi Ambientali per spiegare perché e come ridurre e differenziare i rifiuti, vera risorsa per creare un’economia florida e sostenibile.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *