Input your search keywords and press Enter.

Rifiuti speciali destinati alla Cina

Sequestrati dalla Guardia di Finanza nel porto di Taranto 7.500 kg. di rifiuti speciali. La merce era contenuta all’interno di un container che avrebbe fatto rotta per la Cina. I militari del Gruppo di Taranto, in collaborazione con funzionari della locale dogana, hanno portato a segno l’operazione dopo una serie di controlli finalizzati al contrasto del traffico illecito transfrontaliero di rifiuti.

Il materiale, costituito da vasche da bagno e piatti doccia in resina polimerica, era stato stivato all’interno di un container in procinto di essere esportato nella Repubblica Popolare Cinese, grazie a una licenza di importazione rilasciata dalla Cina ed esibita a corredo della documentazione doganale.

I finanzieri e i funzionari doganali hanno però accertato la difformità tra quanto realmente contenuto nel container e quello che è stato dichiarato sui documenti d’esportazione, con riferimento sia alla tipologia dei rifiuti (rifiuti da imballaggi in plastica – polietilene) e sia alla quantità degli stessi.

Una persona è stata denunciata all’autorità giudiziaria per traffico illecito di rifiuti (ex d.lgs. 152/2006) e per falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico (art. 483 c.p.).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *