Input your search keywords and press Enter.

Rifiuti in Campania: no allarme igienico-sanitario

Nessun allarme sanitario e nessun aumento delle malattie infettive in Campania. A dirlo è il presidente regionale della Società Italiana di Igiene, Mario Capunzo, riferendosi all’emergenza rifiuti nella regione. «Esistono sì rischi igienico sanitari e i rifiuti vanno rimossi dalle strade – sottolinea Capunzo – ma al momento bisogna evitare allarmismi che possano esasperare una popolazione già duramente provata dall’emergenza. Regione Campania e Asl hanno attivato una capillare sorveglianza epidemiologica sui territori e, dunque, la situazione, nonostante sia grave, è assolutamente sotto controllo». Per il professor Capunzo, al fine di contrastare l’emergenza, «è necessario, a Napoli, attivare una efficace raccolta differenziata e provvedere a trasferire i rifiuti fuori regione o all’estero». Da auspicarsi, poi, un maggior coinvolgimento degli igienisti sui tavoli istituzionali: «Fino ad oggi – osserva Capunzo – le competenze scientifiche sono rimaste marginali nelle decisioni assunte, nonostante la disponibilità a collaborare sempre dimostrate, specie dalla SItI. In Campania – conclude – auspichiamo un maggior coinvolgimento delle competenze scientifiche, affinché si possano perseguire piani e programmi per lo smaltimento dei rifiuti che tengano conto anche delle ricadute e problematiche igieniche».

Print Friendly, PDF & Email