Input your search keywords and press Enter.

Rifiuti, compostaggio a Monteroni (LE)

Impianto di compostaggio

Impianto di compostaggio (Repertorio)

Lo scorso 30 aprile, la società PAR S.r.l. di Monteroni (LE), richiedeva il pronunciamento di compatibilità ambientale per la costruzione di un «Impianto di digestione anaerobica e di compostaggio della frazione organica dei rifiuti solidi urbani, dei rifiuti speciali assimilati agli urbani e dei rifiuti speciali». Nell’area interessata, infatti, vi sono due capannoni industriali dismessi. Gli edifici dovrebbero ospitare un impianto di digestione anaerobica e di compostaggio (per il recupero della frazione organica dei rifiuti) e l’impianto di insacchettamento del compost con il magazzino.

Secondo il Movimento 5 Stelle, non risulta essere chiara l’osservanza della normativa in materia e la sussistenza di un opportuno coinvolgimento della cittadinanza: non sono stati divulgati i propositi di costruzione dell’impianto, oltre ai rilievi mossi da Arpa Puglia e dai Vigili del Fuoco.

Da queste premesse è scaturita la stesura di un’interrogazione che i 5 Stelle rivolgono al ministero dell’Ambiente. Dichiara la senatrice Daniela Donno: «Chiediamo al ministro Galletti di valutare, proprio in riferimento alla realizzazione dell’impianto di Monteroni, la sussistenza dei singoli requisiti di sostenibilità ambientale, con particolare riferimento alle caratteristiche del territorio interessato, al fine di minimizzare o eliminare ogni possibile impatto negativo. Si pone come necessario un controllo preventivo ed una opportuna successiva valutazione, anche mediante lo strumento dell’accesso agli atti amministrativi di riferimento, della presenza, nel progetto dell’impianto, dei parametri stabiliti dalla normativa vigente, considerata la vicinanza di molti terreni agricoli e di aree destinate alla coltivazione».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *