Input your search keywords and press Enter.

Rifiuti, a Roncigliano un caso d’inquinamento della falda

La storia che ormai si ripete della cattiva gestione delle discariche del Lazio sta mettendo a dura prova le falde laziali. La questione è stata messa in evidenza dall’Associazione Earth. Da una nota si apprende che dopo il caso della discarica di Malagrotta, per cui è stato calcolato necessario un tempo di circa 15-20 anni per ristabilire la salute del territorio, ora è la volta della discarica di Roncigliano ad Albano (RM), dove rilievi dell’Arpa hanno individuato alte concentrazioni di benzene, tribromometano, di bromoclorometano, floruri e altri metalli pesanti oltre i limiti di legge nelle acque sotterranee prelevate dai piezometri di monitoraggio. L’associazione ha inviato un esposto alla Procura di Velletri perché si faccia luce sulle responsabilità ed eventuali omissioni “in vigilando” degli enti preposti. Sulla problematica si è anche tenuta ad Albano una conferenza dei servizi, alla quale hanno preso parte l’Arpa Lazio, Asl Rm H, Comune di Albano, Comune di Pomezia, Comune di Ariccia e Pontina Ambiente.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *