Input your search keywords and press Enter.

Ridurre gli “Alchil Esteri” nell’olio extravergine d’oliva

Tutelare il prodotto Made in Italy, a maggior ragione se si parla di un “fiore all’occhiello” del paniere agroalimentare pugliese, come l’olio extravergine d’oliva. Con questo intento la Cia (Confederazione Italiana Agricoltori) della Puglia presenterà alla Regione Puglia la petizione popolare per chiedere la riduzione del parametro UE degli “Alchil Esteri” nell’olio extravergine di oliva e combattere le miscele fraudolente. Con tale raccolta di firme si chiede che sia ridotto il parametro UE degli Alchil Esteri nell’olio extravergine di oliva da 75 mg/kg a 30 mg/kg in modo da non consentire le miscele fraudolente con olio lampante e deodorato.

Per questo, nei prossimi giorni l’organizzazione sarà presente su tutto il territorio regionale per la raccolta di firme in calce ad una petizione che sarà inviata al Presidente della Commissione Europea Josè Manuel Durão Barroso, al Commissario all’Agricoltura della UE Dacian Ciolos, al Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo Paolo De Castro e al  Ministro delle Politiche Agricole e Forestali Mario Catania.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *