Input your search keywords and press Enter.

Ricette della nonna salva-ambiente

Quasi mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura grazie alla cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo. La stima arriva dalla Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno che indica nelle “ricette della nonna” un’utile soluzione per aiutare il portafoglio e anche l’ambiente. «In un momento di difficoltà economica è infatti importante raccogliere l’invito alla sobrietà e – sottolinea la Coldiretti – utilizzare la fantasia e il tempo libero delle feste per recuperare con gusto, come hanno fatto molti italiani, i cibi rimasti sulle tavole. Polpette o polpettoni a base di carne o tartare di pesce sono una ottima soluzione per recuperare il cibo del giorno prima, ma anche le frittate possono dare – continua la Coldiretti – un gusto nuovo ai piatti di verdura o di pasta, senza dimenticare la ratatouille. La frutta secca può essere facilmente caramellata per diventare un ottimo “torrone” mentre con quella fresca si ottengono pasticciate, marmellate o macedonie. E per dare un nuovo sapore ai dolci più tradizionali, come il pandoro o il panettone, si ricorre spesso alla farcitura con creme mentre lo spumante avanzato può essere utilizzato per fare un buon risotto o per rendere più saporito il pollo alla cacciatora. Recuperare il cibo e una scelta che – conclude la Coldiretti – fa bene all’economia e all’ambiente con una minore produzione di rifiuti in un momento come le festività di fine anno in cui peraltro c’e una maggiore disponibilità di tempo libero e sono in molti a cogliere l’occasione per dedicare un po’ più di tempo ai fornelli».

Print Friendly, PDF & Email