Riapertura 18 maggio: ecco le ordinanze della Regione Puglia

In tarda sera, la Regione Puglia ha emanato due ordinanze inerenti le attività produttive ed economiche e il trasporto pubblico locale automobilistico extraurbano e ferroviario

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha emanato nella tarda serata di ieri due ordinanze inerenti la riapertura del 18 maggio.

La prima è l’ordinanza num. 237  sulla riapertura delle attività economiche e produttive.

“Dal lunedi 18 maggio la Puglia riparte in sicurezza – dichiara Emiliano –  Ora più che mai è importante mantenere alta l’attenzione, utilizzare le mascherine negli ambienti chiusi o quando si sta con altre persone, mantenere il distanziamento sociale, lavarsi spesso le mani”.

Come si sa già da tempo, da oggi, lunedì 18 maggio, riaprono negozi, mercati, bar, ristoranti, parrucchieri, centri estetici, tatuatori, alberghi, strutture ricettive all’aria aperta, zoo e campeggi.

Da lunedì 25 maggio, invece, riapriranno: stabilimenti balneari e spiagge libere, palestre, piscine, centri sportivi, musei, biblioteche, archivi.

Resta in vigore sino al 2 giugno 2020 l’obbligo di quarantena di 14 giorni per tutte le persone che rientrano in Puglia da altre regioni, per soggiornare continuativamente nel proprio domicilio abitazione o residenza, e l’obbligo di comunicarlo immediatamente compilando il modulo sul portale della Regione Puglia o al proprio medico o all’operatore di sanità pubblica.

Dal 18 al 25 maggio 2020 sono prorogati gli effetti dell’art. 3 dell’ordinanza 221 del 6 maggio 2020 (attività sportiva all’aria aperta).

Per quanto riguarda i trasporti, il presidente della Regione Puglia ha emanato l’ordinanza num. 238.

Gli effetti dell’ordinanza del Presidente della Regione Puglia n.215 del 28 aprile 2020 sono prorogati dal 18 maggio fino al 14 giugno 2020; i contenuti della medesima ordinanza si intendono integrati con le misure previste dagli allegati n.14 e 15 del d.p.c.m. 17 maggio 2020. È demandata alla competenza dei Sindaci dei Comuni nei quali sono garantiti servizi di trasporto pubblico locale, l’adozione delle ordinanze aventi le finalità di cui all’art. 1, comma 1 lett. ii) del DPCM del 17/05/2020.

Articoli correlati