Input your search keywords and press Enter.

Regaliamoci spazi più verdi, alla festa dell’Albero di Legambiente

Giunge alla diciottesima edizione la Festa dell’albero, campagna di Legambiente dedicata alla riqualificazione del verde urbano: cittadini, studenti e amministrazioni locali saranno impegnati nella piantumazione di alberi all’interno delle scuole, nei parchi pubblici e nelle aree degradate delle città.

Coesione sociale significa, in questa circostanza, garantire e garantirsi un ambiente più verde, e dunque più salubre: l’edizione di quest’anno vuole infatti promuovere la co-gestione delle aree verdi urbane, sollecitando amministrazioni ed enti ad affidare questi spazi ad associazioni e cittadini che ne fanno richiesta, seguendone poi insieme la gestione.

Nei comuni pugliesi, l’obiettivo dichiarato dal presidente di Legambiente Puglia Francesco Tarantini, è quello di stravolgere il dato negativo del rapporto Ecosistema Urbano 2012, che vede i capoluoghi pugliesi agli ultimi posti della classifica nazionale per la presenza di aree verdi: «gli alberi – ricorda Tarantini – sono i polmoni verdi della Terra, rilasciano ossigeno e svolgono un ruolo fondamentale nella prevenzione del dissesto idrogeologico, nel mantenimento degli equilibri del pianeta e per la qualità della vita. Piantare un albero è dunque un gesto di amore e di fiducia nel futuro».

Oggi, 21 novembre, gli studenti delle scuole di Foggia, Trani e Polignano a Mare (BA), assistiti dai volontari di Legambiente, coloreranno di verde alcuni spazi pubblici; a Gallipoli (LE), il litorale marino sarà arricchito dalla vegetazione caratteristica della macchia mediterranea.

La Festa prevede anche due concorsi, rivolti sempre ai giovani scolari: uno letterario, dal titolo L’albero racconta, diretto ai bambini tra i 7 e i 13 anni, e il concorso giornalistico Storia di un Parco, aperto ai ragazzi dagli 11 ai 18 anni. I lavori dei vincitori e tutti gli appuntamenti della Festa saranno pubblicati sul sito di Legambiente.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *