Reflui a Torre Guaceto, TAR rinvia udienza

Sopralluogo al depuratore di Torre Guaceto

Oggi, 8 ottobre, il TAR Puglia ha disposto un rinvio dell’udienza relativa allo scarico dei reflui a Torre Guaceto. Il tribunale dovrà esaminare sospensiva dell’autorizzazione regionale richiesta dal Consorzio di Gestione di Torre Guaceto: sarà verificato l’esito del prossimo tavolo tecnico presso la Regione Puglia, sull’individuazione di modalità alternative al recapito dei reflui. L’udienza si svolgerà il prossimo 19 ottobre.

Il Consorzio ribadisce l’assoluta necessità di fermare, il prima possibile, lo scarico dei reflui. Lo scorso 27 settembre, il Consorzio commissionò l’analisi delle acque. Dagli esami effettuati, si evince una chiara alterazione delle caratteristiche chimiche e biologiche delle acque. Alterati i parametri di Solidi sospesi totali, Azoto ammoniacale e Escherichia coli.

Il WWF Italia chiede che la Regione Puglia blocchi lo scarico del depuratore di Carovigno, realizzando celermente i lavori promessi della condotta sottomarina a tutela della biodiversità di Torre Guaceto. I reflui rischiano di compromettere la prateria di Posidonia, protetta da un sito di importanza comunitaria (SIC), oltre ad un modello di gestione, quello dell’area marina protetta, conosciuto ed apprezzato a livello europeo e globale.

Articoli correlati