Input your search keywords and press Enter.

RDS green:sintonizzati sul verde

Radio Dimensione Suono, RDS per gli amici, da sempre mostra il suo biglietto da visita di “100% grandi successi”. Nata nel 1978, si è affermata da tempo come uno dei principali network radiofonici del Paese, fruibile grazie ad oltre 500 impianti di trasmissione e sempre pronta all’innovazione tecnologica, dalle strumentazioni utilizzate alle recenti applicazioni di mobilità con i telefoni cellulari di ultima generazione. La ricetta è un equilibrato mix di musica nazionale e internazionale, intervallata da momenti di intrattenimento, spot pubblicitari com’è ovvio e brevi inserti informativi. “Trasmettiamo voglia di partecipare” è il nuovo claim di questa emittente che nelle sue scelte cerca di mettere “al centro di tutto l’ascoltatore”. Una radio “leggera”, come si dice nel gergo “di flusso”, che però il suo patron, Eduardo Montefusco, ha voluto anche molto attenta all’ambiente.

La sede di RDS a Roma, nel Parco Urbano del Pineto

Tutto in verde – Innanzitutto nella sua stessa nuova sede. Un’oasi di verde di quasi 26 ettari immersi nel Parco Urbano del Pineto, a Roma, nella zona della cosiddetta Valle dell’Inferno di fronte all’Ospedale Gemelli per intendersi. Quando è stata presa la decisione di abbandonare la storica ubicazione ultraventennale di Viale Mazzini, questo polmone di verde all’interno dell’Urbe, in cui in passato veniva ospitato un antico convento, è stato ripiantumato, scegliendo piante autoctone. E inoltre nell’enorme giardino antistante l’ingresso, in occasione degli show-case ospitati dal vivo nel nuovo auditorium multimediale (perla tecnologica all’interno della costruzione), RDS ha deciso di predisporre volta per volta per i propri party una bolla di polietilene trasparente grande come tutta l’area che assicurano assolutamente biodegradabile e prodotta da una società tedesca in esclusiva italiana solo per noi loro.

Anche la mucca all'ingresso della sede di RDS è assolutamente biodegradabile

Contenuti che guardano all’ambiente – Ma la scelta di RDS di essere dalla parte dell’ambiente è nei contenuti, non solo nel contenitore radiofonico, e parte, dichiarano dalla direzione dell’emittente, dalla consapevolezza che l’impronta da lasciare su questo pianeta deve essere la più lieve possibile, anche per i nostri figli. Non come ritorno d’immagine, ma di sostanza. Per questo nel 2010 sono stati lanciati 25 progetti di comunicazione sociale e trasmessi 520 notiziari dedicati a ecologia e ambiente. Si sono recuperate centinaia di tonnellate di anidride carbonica con la ripiantumazione di nuovi alberi e sono state sostenute sia donazioni dirette, che iniziative eco-solidali da quelle planetarie al fianco di Al Gore contro il surriscaldamento del pianeta a quelle del WWF contro l’inquinamento. Ad esempio, con il Live Earth del 7 luglio2007, alcuni radioascoltatori hanno seguito gli 8 concerti organizzati in giro per il mondo e, ad ogni “World Tour” si sono compensate le emissioni dei voli piantando nuovi alberi. Così come per Natale, dove il regalo ormai scelto da anni è un albero: nel 2008 è stato rinfoltita l’area del Parco Fluviale del Po e dell’Orba, e l’anno seguente è stato piantato il Bosco RDS, 400 alberi a nord di Milano.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *