Input your search keywords and press Enter.

RAEE: in un anno 10mila tonnellate

Trend positivo nella raccolta dei rifiuti elettronici (RAEE), che attende però ancora di essere perfezionata. Ad un anno dall’entrata in vigore del cosiddetto decreto Uno contro Uno – che obbliga i commercianti a smaltire gratuitamente l’usato a fronte di un nuovo acquisto – sono state ritirate attraverso i negozi circa 10mila tonnellate di apparecchiature elettriche ed elettroniche dismesse. Questa la stima che ne fa il consorzio Ecolight, sistema collettivo con un servizio di raccolta e smaltimento rivolto ad oltre 3mila negozi in tutta Italia e punto di riferimento per le aziende delle grande distribuzione organizzata.

Tuttavia ancora molto resta da fare per migliorare i risultati, sia per quanto riguarda le quantità raccolte che per la gestione operativa dell’intero sistema RAEE. «Sforzi ulteriori – spiega Giancarlo Dezio, direttore generale del consorzio Ecolight – devono essere fatti sul fronte della comunicazione e dell’informazione nei confronti dei consumatori perché manca all’appello la piccola elettronica di consumo, ovvero il raggruppamento R4». Tra i nodi disattesi della normativa, la possibilità di conferire i rifiuti raccolti dal circuito della distribuzione nelle isole ecologiche. Infatti più del 46% dei centri di raccolta non ritira i RAEE raccolti dai negozi, mentre circa il 21% ne accoglie solo per piccoli quantitativi e provenienti dal territorio di competenza (rapporto Ancitel Energia e Ambiente).

Print Friendly, PDF & Email