Radio Vaticana: condanna per elettrosmog

Confermata la condanna per il reato di ‘getto pericoloso di cose’ attribuito a Radio Vaticana, salvata tuttavia in extremis dalla prescrizione. Questo è il risultato della sentenza della Cassazione che, respingendo il ricorso, presentato dalla difesa del Cardinale Roberto Tucci, direttore di Radio Vaticana dal 1985 al 2001, ha confermato l’avvenuta caduta in prescrizione per il capo d’imputazione. In primo grado Tucci e e l’altro responsabile Pasquale Borgomeo, poi deceduto, erano stati condannati a dieci giorni di reclusione.

Resta valido invece – per le statuizioni civili decise dalla Corte d’Appello di Roma il 14 ottobre del 2009 – il diritto al risarcimento per i cittadini di Cesano, la zona interessata dall’emissione nociva di onde elettromagnetiche, provenienti dai ripetitori di Santa Maria di Galeria a nord di Roma. Resta insoddisfatta Radio Vaticana che, in una nota, ha criticato la sentenza di risarcimento.

Articoli correlati