Input your search keywords and press Enter.

Raccolta differenziata a Bari: Emiliano incontra il Movimento 5 Stelle

Incontro a Palazzo di città tra il Sindaco di Bari Michele Emiliano e una delegazione del Movimento 5 Stelle di Bari, che aveva posto al primo cittadino alcuni quesiti specifici sulla raccolta differenziata a Bari. Insieme al presidente e al direttore generale dell’Amiu, Gianfranco Grandaliano e Antonio Di Biase, e agli assessori al Bilancio e all’Ambiente, Gianni Giannini e Maria Maugeri, Emiliano ha illustrato gli sforzi compiuti da Comune dal 2004 ad oggi i in tema di raccolta differenziata: ha risanato i conti dell’Amiu (ereditata con un buco di bilancio di 13 milioni di euro) e al tempo stesso ha avviato la raccolta “porta a porta” in diversi quartieri, per un totale di 79mila abitanti. Il sindaco ha spiegato che questo è un processo graduale, perché attuato nel rispetto dei bilanci; per cui, prima di estendere ulteriormente la differenziata nel resto della città è necessario che la Regione Puglia chiuda il ciclo dei rifiuti, autorizzando e finanziando la costruzione dell’impianto di conferimento dell’umido. Sull’argomento è intervenuto anche il Presidente dell’Amiu che ha illustrato lo sforzo ambientalista e di sviluppo impiantistico sostenibile avviato dall’Amministrazione (vedi allegato). Emiliano ha anche ribadito la sua contrarietà alla costruzione dei termovalorizzatori, ricordando che appena diventato Sindaco impedì che ne venisse realizzato uno a Bari; inoltre il Comune è costituito parte civile nel processo contro la realizzazione del termovalorizzatore di Modugno.

Un passaggio è stato anche dedicato all’aumento della Tarsu: “Un atto imposto dal Governo– ha spiegato il Sindaco – il Comune di Bari ha un avanzo di amministrazione di 140milioni di euro che ci avrebbe consentito di evitare l’aumento, ma non è stato possibile per legge”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *