Raccolta cartone, cambiano le regole per i commercianti

packaging ecosostenibile

Si chiama “Le vie del cartone” il progetto per la raccolta degli imballaggi di cartone per le attività commerciali, nato dalla collaborazione di Comune di Bari, Amiu e Comieco

Stanno girando per diverse strade di Bari distribuendo materiale informativo ai commercianti, per sensibilizzarli sull’avvio delle nuove modalità di conferimento dei cartoni. Sono i componenti della  squadra di ecoanimatori formati da Comieco, che fino al 17 gennaio stanno facendo conoscere il progetto Le vie del cartone. Dal prossimo 17 gennaio, infatti,  cambiano le modalità di conferimento degli imballaggi di cartone per gli esercizi commerciali di alcune zone della città.

Migliorare il sistema di raccolta degli imballaggi significa risparmiare

Il progetto Le vie del cartone, promosso dall’amministrazione comunale e Amiu Puglia con la collaborazione di Comieco, il consorzio nazionale per il recupero di carta e cartone, nasce per ottimizzare il sistema di raccolta attraverso il contributo dei commercianti che, nelle fasce orarie individuate a seconda delle aree interessate, dovranno depositare all’esterno della propria attività i cartoni ben piegati, impilati e privi di materiali non cellulosici (come nastro adesivo o punti metallici). In questo modo potranno contribuire ad agevolare la raccolta a cura degli operatori di Amiu, rendendola più veloce ed efficace.

A Bari si raccolgono circa 6mila tonnellate di carta e cartone provenienti dal circuito commerciale, ancora in calo rispetto al periodo pre covid, ma parallelamente enormi quantitativi di cartoni sono andati a finire nei cassonetti della cart .  A partire dal 17 gennaio, invece, gli imballaggi dovranno essere depositati dai commercianti in appositi contenitori forniti dall’Amiu, «secondo un modello di raccolta domiciliare non solo più semplice ed efficace ma anche capace di garantire una maggiore raccolta degli imballaggi in cartoni con conseguente incremento dei profitti in termini di maggiori contributi percepiti dai consorzi di filiera», spiega  il presidente di Amiu Puglia Sabino Persichella

Infatti, il conferimento degli imballaggi di cartone nei contenitori della carta determina una perdita “di qualità” del materiale differenziato, che quindi non è più recuperabile come “raccolta selettiva”, e al tempo stesso favorisce forme di abbandono selvaggio dei cartoni lungo i marciapiedi o per strada. In pratica,  il nuovo sistema prevede una sorta di raccolta domiciliare analoga a quella effettuata nei quartieri interessati dalla raccolta porta a porta, dove i cartoni vengono depositati proprio all’esterno degli esercizi commerciali.

Orari diversi per i quartieri

Il conferimento e il ritiro saranno articolati in due diverse fasce orarie nei diversi quartieri: a Picone, Poggiofranco, Quartierino, Japigia, San Pasquale, Carrassi, Mungivacca, Madonnella, Libertà, San Nicola e Murat il conferimento all’esterno degli esercizi commerciali è previsto dalle ore 20 alle 21, con passaggio degli operatori di Amiu dalle ore 21.30; mentre nei quartieri San Paolo, Carbonara, Ceglie, Loseto, Santa Rita, San Giorgio e Torre a Mare il conferimento all’esterno degli esercizi commerciali è previsto dalle ore 13 alle 14, con passaggio degli operatori di Amiu dalle ore 14.30. Le strade sono state individuate dopo un’analisi dei flussi – quante persone frequentano le strada, quanti negozi ci sono, quale volume di commercio sviluppano – condotto in questi mesi anche insieme alle associazioni di categoria.

Per quanto riguarda la carta, invece, i commercianti dovranno continuare a conferirla nei contenitori dedicati presenti su strada. Resta valido, in ogni caso, il conferimento dei cartoni nei centri di raccolta gestiti da Amiu Puglia sul territorio cittadino.

amiu-bari-insegna
Amiu insieme al Comune di Bari e a Comieco, guida il progetto “Le vie del cartone”

«Raccogliere i cartoni presso i singoli esercizi commerciali commenta l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli -. ci aiuterà non solo ad eliminarli dai cassonetti dell’indifferenziato ma anche a garantire volumi maggiori nei contenitori per la carta. I questi anni è accaduto infatti che alcuni commercianti abbiano conferito in maniera erronea gli imballaggi di cartone mettendoli nei contenitori stradali e non, come richiesto, accanto ai cassonetti dopo averli schiacciati, con il risultato di un mancato introito per l’amministrazione, considerato che il valore degli imballaggi di cartone correttamente conferiti è pari a 119€ a tonnellata a fronte degli 80 della frazione della carta».

«Gli imballaggi di cartone, infatti, hanno il maggiore valore sul mercato del recupero, – dichiara l’assessora allo Sviluppo economico Carla Palone -. ecco perché è fondamentale che siano differenziati bene e il più possibile. La modalità di raccolta domiciliare varata con questo progetto permette ai commercianti di conferire gli imballaggi in maniera più sicura e corretta ed evita che i cartoni vengano lasciati nei pressi dei contenitori stradali, dove diventano ricettacolo di altri rifiuti e quindi non possono più essere recuperati».

«L’intervento di sensibilizzazione si rivolge ai negozi, grandi e piccoli, che rappresentano i principali produttori di rifiuti di imballaggi in carta e cartone. Risorse preziose che devono essere recuperate e avviate a riciclo attraverso una corretta raccolta differenziata – sottolinea Roberto Di Molfetta, vicedirettore di Comieco -. L’attivazione del nuovo servizio di raccolta a cura di Amiu e questa specifica campagna puntano ad accrescere ulteriormente questi numeri, considerato il potenziale disponibile, non solo sotto il profilo quantitativo ma anche qualitativo: con piccole attenzioni infatti, ovvero conferendo il cartone senza nastro adesivo o altri materiali estranei e ben piegato, si contribuisce attivamente a rendere efficiente la raccolta effettuata dal Comune ed il suo effettivo riciclo, di cui Comieco è garante».

 

Articoli correlati