Input your search keywords and press Enter.

Quant’è fashion questa carta!

Origami è l’antica arte giapponese di piegare la carta. Un’arte che racchiude in sé qualcosa di sacro – nella lingua antica sia carta che divinità erano dette entrambe “kami” – e che si fonda su un principio base della religione shintoista. Secondo l’idea del ciclo vitale il nostro corpo resta un involucro che, proprio come un foglio di carta, cambia forma, muta nell’aspetto, ma si conserva nella sua essenza. Un ciclo di continua rinnovazione, questo, che oggi si sposa perfettamente con la creatività dei giovani designer arrivati dalle migliori accademie d’arte italiane. Sono oltre 100 le creazioni di moda realizzate con carta e cartone riciclati e portate sotto i riflettori con la mostra Fashion in Paper, curata da Bianca Cappello e realizzata col contributo di Comieco, Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli imballaggi a base cellulosica. Fashion In Paper rientra nel progetto Fashion Inche, di anno in anno, va ad affrontare la ricerca espressiva su materiali di riciclo, nuovi nei contesti della Moda e del Fashion. La finalità dell’operazione è quella di coinvolgere i giovani, gli ambienti di formazione ma anche enti pubblici e grande pubblico verso i temi della sostenibilità e della Moda etica.

Abito "Ritagli di packaging" (Anna Laura Sozzi)

Carta di riviste, di quotidiani, ritagli di packaging, filtri usati del thè, cartoncini colorati: grazie ad incollaggi, piegature, intrecci prendono nuova vita e si trasformano perfettamente in abiti, gioielli e accessori moda di design. Oggetti dal gusto diverso, accattivante – inusuale sì ma anche spendibile nell’uso quotidiano – che hanno un unico comun denominatore: la creatività brulicante di giovani artisti. Tutte le opere saranno inglobate nel progetto Fashion In, strutturato per arrivare all’Expo 2015 con una grande esposizione completa di tutte le edizioni. L’occasione giusta per i giovani talenti italiani per presentare i loro lavori, dando loro la giusta visibilità mediatica nella possibilità di prendere contatti con le aziende di settore. Inoltre ogni anno viene realizzato un catalogo cartaceo che riporta immagini a colori delle opere esposte e testi critici redatti da esperti sull’economia, la produzione e la moda eco-sostenibile e sull’elaborazione e la ricerca sui materiali più nuovi impiegati nel design, nella moda e nell’arte italiana.

Dal Nord al Sud Italia partecipano all’evento alcune delle migliori scuole di formazione pubblica, artistica universitaria: AFOL Moda e Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, Università di Architettura e Accademia di Belle Arti di Firenze, Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, Sapienza Università di Roma, Accademia di Belle Arti di Frosinone, Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova, Accademia di Belle Arti di Urbino, Libera Università di Bolzano, Accademia di Belle Arti di L’Aquila, Università degli Studi Mediterranea Reggio Calabria. Anche l’allestimento della mostra è realizzato con il solo impiego di carta e cartone e appositamente realizzato per l’evento dai designer Edoardo Malagigi e Angela Nocentini.

Ulteriori informazioni sono reperibili al sito: www.fashion-in.it.

Abito da sposa "Emozioni di carta" (Tracy Papaleo, Accademia Firenze)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *