Input your search keywords and press Enter.

Quando Fido cambia casa

Traslocare può essere stressante per tutti, compresi gli animali. La parte difficile è che non si può spiegare ai nostri amici 4 zampe cosa sta accadendo. Alcuni animali si abituano velocemente ai nuovi spazi e alla nuova abitazione, altri invece possono reagire con ansia o insicurezza durante i primi giorni dopo il trasloco e questo potrebbe durare anche qualche settimana. Se allo stress del trasloco aggiungiamo infatti la confusione e l’ansia che un cucciolo può provare quando lascia un luogo a lui familiare ed entra in un luogo completamente nuovo, un trasferimento può trasformarsi in un’esperienza traumatica. Comunque, ci sono vari modi in cui i padroni possono aiutare i propri animali a rendere più semplice la transizione ed il trasferimento nella nuova casa. Così il network immobiliare RE/MAX Italia ha raccolto in un semplice vademecum alcuni consigli che i proprietari di cani o gatti dovrebbero tenere in considerazione quando si cambia casa.

1. Far fare un giretto nella nuova casa al proprio animale prima del trasferimento vero e proprio – In questo modo anche il cucciolo inizierà a conoscere la casa, il cortile e anche i nuovi odori che ritroverà quando avverrà effettivamente il trasloco.

2. Il tempo di esplorare – Dopo il trasloco, lasciate al vostro amico a 4 zampe il tempo per esplorare la casa a poco a poco. E’ meglio quindi limitare inizialmente la sua libertà di azione in una zona – forse la cucina – per alcune ore fino a quando non si tranquillizza, piuttosto che farlo eccitare correndo per tutta la casa. Mostrate all’animale dove avete messo i suoi oggetti, la sua ciotola del cibo e quella dell’acqua e la sua cuccia. Se la nuova casa dispone di un cortile recintato o un giardino, evitate di lasciare gli animali domestici fuori senza sorveglianza nei primi giorni finché non sarete sicuri che non possono salire o scavare sotto la recinzione e scappare.

3. Le prime passeggiate nel nuovo quartiere per allenare il senso dell’orientamento – Portate il vostro cane a fare delle passeggiate intorno l’intero quartiere, così inizierà a riconoscere gli odori della nuova zona: i cani infatti – a differenza dell’uomo che prende dei punti di riferimento visivi –  dipendono dal loro olfatto. Diversificate le strade da fare durante le passeggiate e cambiate spesso la via del ritorno a casa e in questo modo il vostro cane svilupperà un buon senso dell’orientamento e saprà esattamente dove si trova la nuova casa: sarà così in grado di ritornarci sempre anche da solo.

I gatti più timidi potrebbero aver bisogno di molto più tempo del previsto per ambientarsi nella nuova casa

I gatti più timidi potrebbero aver bisogno di molto più tempo del previsto per ambientarsi nella nuova casa

4. I gatti: abitudini vecchie in casa nuova – Territoriali per natura, i gatti spesso avvertono più problemi in occasioni di traslochi e trasferimenti, a differenza dei cani che si abituano più facilmente. Mantenete il vostro gatto al sicuro nella sua gabbia al momento dell’arrivo nella nuova casa e ponetelo in una zona tranquilla. Quando la confusione si affievolisce, lasciatelo libero ma cercate di tenerlo in una parte della casa lontana dai rumori proveniente dall’esterno, dovuti per esempio al traffico. Mettetegli a disposizione gli oggetti familiari, come il suo cesto, la lettiera e i giocattoli. Trascorrete molto tempo con lui e incoraggiatelo ad esplorare la stanza.  I gatti più intraprendenti potrebbero essere pronti a fare un sopralluogo della casa e degli spazi esterni già dopo uno o due giorni dall’arrivo nella nuova abitazione, mentre quelli più timidi potrebbero aver bisogno di molto più tempo.

5. Vigilate sempre sui vostri animali, soprattutto i primi giorni  – Anche se avete tantissime cose da fare dopo il trasloco in una nuova casa, cercate di organizzarvi in  modo tale che almeno una persona della famiglia sia sempre in casa insieme all’animale, almeno durante la prima settimana. Cercate se possibile di pranzare e cenare a casa in modo da stabilire una routine per i vostri amici a quattro zampe nel più breve tempo possibile. Non modificate le loro abitudine, continuate a nutrire gli animali domestici e portare a passeggio il cane, come abitualmente facevate nella precedente casa.

6. Aggiornate i dati sulla piastrina o del microchip del vostro cucciolo – Anche se non vorremmo succedessero mai, purtroppo gli incidenti accadono; ricordatevi di aggiornare le informazioni di identificazione del vostro animale domestico prima di traslocare. Se i vostri amici a 4 zampe  sono dotati di microchip o hanno una piastrina identificativa al collare, non dimenticate di contattare la società di registrazione e dare loro le nuove informazioni. In questo modo, se cani o gatti dovessero uscire di casa e smarrirsi, chi li dovesse trovare potrebbe più facilmente riportarli alla vostra nuova casa.

7. Chiedere alcuni consigli al proprio veterinario di fiducia – Qualora ci si trasferisca in una zona con diverso clima è consigliabile chiedere al proprio veterinario di suggerirvi eventuali vaccinazioni da fare.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *