Qualità dell’aria, le azioni della Regione Puglia

Bari
(foto archivio)

La Giunta regionale ha approvato alcuni interventi da attuare subito con finanziamenti ad hoc per migliorare la qualità dell’aria nelle città di Bari e Lecce

 

La Giunta regionale ha approvato alcune schede di interventi che saranno finanziati, nell’ambito dell’accordo di programma per l’adozione di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nella regione.

riunione giunta regionale
La Giunta regionale

Nelle schede ci sono proposte formulate dai Comuni di Bari e di Lecce per gli interventi: 1) realizzazione di un progetto per la verifica dell’efficacia dell’utilizzo di pavimentazione fotocatalitica con rivestimento in biossido di titanio (TiO2) in area urbana del Comune di Bari soggetta ad elevato traffico veicolare, 2) realizzazione del Parco Multifunzionale dell’area della ex Fibronit del Comune di Bari, 3) realizzazione di moduli di forestazione urbana ad alta efficienza depurativa in aree prossime alla tangenziale est e all’interno dell’orto botanico del Salento del Comune di Lecce.

Le schede relative agli interventi dell’Accordo che formeranno oggetto di contribuzione finanziaria da parte del Ministero per la Transizione ecologica hanno un importo complessivo pari a 4.000.000 di euro così ripartiti:

  • lecce
    Lecce

    50.000 euro per la realizzazione, da parte del Dipartimento Ambiente della Regione Puglia, delle campagne di informazione e sensibilizzazione della popolazione sui comportamenti a minor impatto sulla qualità dell’aria con particolare riferimento al materiale particolato PM10 derivante dal riscaldamento domestico a biomassa e di informazione sui canali di incentivazione attivi a livello nazionale per la sostituzione delle vecchie stufe alimentate a biomassa (Ecobonus, Conto termico 2.0, Sismabonus, ecc.) con la finalità di ridurre le emissioni prodotte dal settore del riscaldamento domestico;

  • 100.000 euro per la realizzazione, da parte del Comune di Bari, di un progetto per la verifica dell’efficacia sito specifica dell’utilizzo di pavimentazione fotocatalitica con rivestimento in biossido di titanio (TiO2) in area urbana soggetta ad intenso traffico veicolare;
  • 350.000 euro per la realizzazione, da parte del Comune di Lecce, di moduli di forestazione urbana ad alta efficienza depurativa in aree prossime alla tangenziale est ed all’interno dell’orto botanico del Salento;
  • 3.500.000 euro per la realizzazione, da parte del Comune di Bari, del progetto per lo sviluppo di aree verdi e sistemi di biorisanamento ex Fibronit Bari – Realizzazione Parco Multifunzionale dell’area della ex Fibronit, sito di importanza nazionale per la contaminazione da amianto.

Articoli correlati