Input your search keywords and press Enter.

Punta Palascìa è salva

Vincoli paesaggistici per tutti, nessuno escluso. Questa la novità apportata dalla recente sentenza del Tar di Lecce che boccia il progetto della Difesa per Punta Palascìa, ad Otranto. Il Ministero aveva pensato di ampliare la base della Marina Militare, con la costruzione di due torri e l’installazione di radar per monitorare il canale d’Otranto. Questo nonostante la zona di Punta Palascìa, estremo lembo orientale dell’Italia, sia già tutelata da apposite norme in materia paesaggistica. «L’idea che le opere militari possano saltare le autorizzazioni è un grande equivoco», tengono a sottolineare i giudici amministrativi nella sentenza. Nel punto 9 si ricorda ancora come anche le «opere destinate alla difesa siano soggette all’obbligo di ottenere l’autorizzazione paesaggistica». Soddisfazione è espressa intanto dal sindaco Luciano Cariddi, che parla in proposito di «Un ulteriore tassello a favore della tesi da noi sempre sostenuta che fosse indispensabile quanto meno acquisire i pareri obbligatori per legge, e tra questi anche quello paesaggistico che deve essere rilasciato dal Comune di Otranto».

Print Friendly, PDF & Email