Puliamo il Mondo 2019: Puglia in prima fila contro abbandono rifiuti

I volontari di Puliamo il Mondo insieme a Legambiente il 20, 21 e 22 settembre per contrastare l’abbandono di rifiuti.

Puliamo il Mondo: in Puglia speciale edizione “Alta Murgia Pulita”.

Lo fanno ogni anno da 27 anni e non danno segni di stanchezza, anzi. I volontari di Puliamo il Mondo saranno in prima fila anche quest’anno il 20, 21 e 22 settembre e ripuliranno spazi urbani, parchi, piazze e aree verdi, da ciò che viene abitualmente abbandonato, con danni considerevoli al territorio. Il tutto nel segno del rispetto per l’ambiente e della coesione sociale.

Puliamo il Mondo esempio di volontariato ambientale

Puliamo il Mondo è l’edizione italiana della manifestazione internazionale Clean Up The World, il più grande evento internazionale di volontariato puliamo il mondo legambienteambientale, nato a Sydney nel 1989, che coinvolge ogni anno oltre 35 milioni di persone in circa 120 Paesi. Quest’anno in Italia  gode del patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del territorio e del Mare, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, di UPI, di Federparchi e di Unep; è organizzato in collaborazione con la Commissione europea.

LEGGI ANCHE: Plastica bandita al Festival Francescano: evento ecosostenibile nel dialogo con “Sorella Natura”

Puliamo il Mondo in Italia nasce dalla sinergia tra Legambiente e istituzioni scolastiche, enti, circoli, amministrazioni e cittadini. È un appuntamento ormai consolidato, dal grande successo come numero di volontari e risultati. Con sorrisi e muniti dell’inconfondibile kit per la pulizia composto da sacchi, palette e pettorine gialle, anche quest’anno i volontari daranno un segnale forte di civiltà e cittadinanza attiva. E le iniziative continuano fino a ottobre inoltrato, a dimostrazione che non si tratta di una manifestazione di facciata, ma di un segnale concreto che coinvolge soprattutto i giovani.

È dal 1992 che Puliamo il Mondo coinvolge in Italia migliaia di volontari, che si impegnano per il recupero di aree degradate, a partire dalla rimozione dei rifiuti abitualmente abbandonati. Rifiuti sparsi impropriamente che favoriscono il deterioramento ambientale e un notevole danno estetico, mentre provocano pesanti ripercussioni sulla qualità della vita.

«Anche quest’anno possiamo contare sulla preziosa collaborazione di cittadini, istituti scolastici ed enti per rimuovere quanto abbandonato da incivili – commenta Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia -. Le cattive abitudini, anche le più radicate, si sradicano promuovendo campagne di sensibilizzazione sulla corretta gestione dei rifiuti. In parallelo occorre incentivare modelli ecosostenibili di gestione, per valorizzare le materie prime seconde. In un’economia circolare i rifiuti di qualcuno diventano risorse per altri, e sono destinati ad essere rivalorizzati».

Puliamo il Mondo per una società dell’accoglienza

puliamo il mondo tutela territorio
Puliamo il Mondo 2019 continua con altre iniziative anche ad ottobre

Anche quest’anno nell’ambito di Puliamo il Mondo si terrà la speciale edizione Alta Murgia Pulita, promossa da Legambiente Puglia e sostenuta dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia, per riqualificare svariate aree ricadenti nel territorio del Parco. Alta Murgia Pulita si svolgerà nei comuni di Andria, Bitonto, Cassano delle Murge, Ruvo di Puglia, Spinazzola, Corato.

Il volontariato ambientale che contraddistingue Puliamo il Mondo è anche un momento importante per accendere i riflettori su temi come l’integrazione e la condivisione, sulla necessità di valori come l’accoglienza. All’iniziativa parteciperanno infatti associazioni e cooperative sociali impegnate nel dare ospitalità a immigrati e rifugiati. Puliamo il Mondo diventa così un’opportunità per favorire l’inclusione e dire no non solo al degrado ambientale, ma anche a stereotipi e pregiudizi che ostacolano un pacifico scambio interculturale.

Qui il programma completo delle iniziative

Articoli correlati