Input your search keywords and press Enter.

Puglia, regione ricca di biodiversità

<p>Melanargia arge - Foto di Giovanni Pace</p>

Melanargia arge - Foto di Giovanni Pace

Pur in presenza di una notevole antropizzazione, la Puglia presenta valori di biodiversità eccezionali. Per valutare tale livello si può confrontare il dato della Puglia su scala nazionale. In questo modo si scopre che sono presenti, in particolare, circa 52 habitat della regione mediterranea su 110 presenti in Italia; 2.500 specie di piante (il 42% di quelle nazionali); 10 specie di anfibi sulle 37 presenti nell’Italia peninsulare; 21 specie di rettili su 49 presenti nell’Italia peninsulare; 179 specie di uccelli nidificanti su 250 presenti in tutt’Italia; 62 specie di mammiferi su 102 presenti nell’Italia peninsulare.A questo patrimonio di biodiversità è stata dedicata la mostra-concorso fotografica “I paesaggi della biodiversità”,

<p>il totem della mostra fotografica</p>

il totem della mostra fotografica

promossa dall’Assessorato all’Ecologia della Regione Puglia, Ufficio Parchi e Tutela della Biodiversità, per coinvolgere i cittadini ed avvicinarli alle bellezze ed ai diversi habitat naturali della Puglia. L’evento assume ancora maggiore importanza se si considera che viene organizzato nel 2010, proclamato anno internazionale della biodiversità. Sono stati circa 300 i partecipanti e circa 1500 le foto pervenute. Le categorie sono senior e scuole, mentre le sezioni sono flora, fauna, paesaggi e réportage.

<p>un angolo della mostra fotografica</p>

un angolo della mostra fotografica

«Abbiamo voluto impegnarci con grande forza soprattutto in favore della conservazione del territorio e dello sviluppo sostenibile. La prova è l’istituzione delle aree protette, la promulgazione di leggi che pongono al centro la conservazione del paesaggio.

<p>un cinghiale nel Parco Naturale Regionale "Terra delle Gravine" - foto di Enzo Talenti</p>

mamma cinghiale con i suoi cuccioli nel Parco Naturale Regionale "Terra delle Gravine" - foto di Enzo Talenti

Mi riferisco alla legge regionale n. 14 del 2007 che riguarda la tutela e valorizzazione degli ulivi monumentali, uno tra i beni più preziosi della nostra Puglia»,  ha commentato Onofrio Introna, assessore all’Ecologia della Regione Puglia, in occasione della mostra che sarà visitabile a Bari fino al 30 marzo presso la Biblioteca di Santa Teresa dei Maschi.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *