Puglia regina delle vacanze a luglio, tra viaggi dog friendly e itinerari sostenibili

Gallipoli e Porto Cesareo sono tra le 30 destinazioni top. Come prepararsi al viaggio insieme all’amico a 4 zampe. Viaggiare all’insegna della sostenibilità

Finalmente la voce “turismo” comincia a segnare valori positivi: gli italiani sono di nuovo pronti a partire per le vacanze e le mete nazionali si dimostrano le più gettonate e ricercate anche dai turisti stranieri. La tendenza di luglio è quella del viaggio breve con soste in alloggi semplici che offrono qualità e, naturalmente, sicurezza.

Puglia al top

Gallipoli è tra le mete più gettonate per le vacanze in Puglia

Il motore di ricerca di hotel e voli  Jetcost   ha rilevato che le ricerche di alloggi per la seconda metà di luglio sono triplicate (+188% rispetto alla prima parte del mese), quando c’era ancora un po’ di incertezza e paura tra i viaggiatori, segno che la gente sta mettendo da parte i timori iniziali e sta prendendo dimestichezza con le misure di sicurezza, fidandosi di quelle adottate dalle strutture e dagli stabilimenti. Quasi 8 utenti su 10 (77%) hanno cercato destinazioni nazionali, solo il 23% ha scelto destinazioni europee. In termini di preferenze, sembra che gli italiani adesso abbiano voglia di sole e spiagge (71%); sono meno quelli che scelgono destinazioni nell’entroterra (29%). La Puglia risulta una delle regioni più ricercate con due località, Gallipoli al 14esimo posto e Porto Cesareo al 15esimo, tra le 30 preferite per trascorrere queste vacanze. Qui la classifica delle 30 località più ricercate

Viaggi di gruppo sostenibili per Millennial patiti dei viaggi Carbon Free

Sono però soprattutto i giovani della fascia 25-40 anni a prediligere per le loro vacanze, anche in questa fase delicata della nostra esistenza, mete avventurose ma sempre nel rispetto dell’ambiente e della sicurezza, fatte di avventure in barca a vela o in kayak, trekking ad alta quota o viaggi alla scoperta di paesaggi naturali unici e meraviglie culturali. Per questa fascia di turisti la startup italo spagnola Huakai propone un format di viaggi innovativo attento alla sostenibilità, aspetto fondamentale in ogni viaggio che viene organizzato grazie anche alla certificazione B Corp.

«Oltre a ridurre l’uso della plastica monouso e a lavorare con provider con altissimi standard di rispetto dell’ambiente – dice Roberto Castelli, co-founder di Huakai – , abbiamo iniziato a calcolare le emissioni di CO2 generate per ogni viaggio, che vengono compensate investendo l’equivalente in progetti di riforestazione e di generazione di energia pulita. Siamo consapevoli che la sostenibilità non è un risultato, ma un percorso, che vogliamo continuare a seguire per rendere i nostri viaggi sempre più sostenibili per il pianeta».

Di qui l’organizzazione del viaggio in piccoli gruppi, che già si sono conosciuti prima della partenza in un gruppo Facebook e guidati da un coordinatore esperto, che si occupa di tutta la gestione dell’itinerario. Il tutto nel massimo rispetto delle norme di sicurezza per i singoli viaggiatori e del paese meta del viaggio. Anche in questo caso, la Puglia è una delle mete italiane, insieme a Sicilia e Sardegna. Per chi sceglie l’Europa, gli itinerari sono in Spagna, Grecia, Croazia, Portogallo, Islanda e Scozia.

Estate con l’amico a 4 zampe: ecco il viaggio dog-friendly

Anche per 7 italiani su 10 proprietari di un animale domestico dopo mesi di lockdown è tempo di godersi qualche giorno di vacanza insieme all’inseparabile compagno a 4 zampe. A rivelarlo una recente ricerca di Toluna, digital market research agency, condotta online su un campione di 1000 rispondenti per capire come si preparano gli italiani prima di un viaggio con l’amico più fidato.

Nella check list per la dog bag ciò che non può assolutamente mancare è il cibo preferito, il libretto vaccinale/passaporto, i medicinali importanti e il necessario per le emergenze, ma non manca il giocattolo più amato, soprattutto tra i più giovani

Oltre a garantire condizioni di viaggio ottimali e sicure (72%) per il benessere del proprio pet, gli italiani che stanno per partire sostengono di dedicare un’attenzione particolare anche alla sua salute. Il campione raggiunto afferma di informarsi sulle vaccinazioni obbligatorie per la meta di destinazione (50%), di verificare la presenza in loco di un veterinario (43%) e di prenotare una visita preventiva (34%), anche se normalmente la maggior parte degli intervistati (45%) dichiara di andare dal veterinario solo una volta ogni sei mesi. Un controllo prima della partenza che si rivela significativo soprattutto tra i giovanissimi (51%), mentre solo il 35% dei Baby Boomers (gli ultra 55 anni) e il 29% della Generazione X (dai 39 ai 54 anni) sostiene di fissare un appuntamento in ambulatorio. Analisi di check-up (64%), scelta degli antiparassitari esterni (55%), e prodotti per la cura della cute (54%) – uno dei problemi estivi più frequenti –, corretta documentazione su regolamenti vigenti nel territorio di arrivo (52%), sono le prestazioni più richieste.

Tra informazione online e acquisti offline ecco cosa mettere in valigia

Quanto a “cosa mettere in valigia”. la maggior parte degli intervistati dichiara di informarsi online, su blog dedicati (68%), trasmissioni televisive (42%) e riviste specializzate (41%), mentre per l’acquisto preferisce recarsi direttamente in negozio, soprattutto presso le catene di pet store. Determinanti per la decisione finale risultano la qualità del prodotto (32%), le raccomandazioni del veterinario (25%) e il prezzo (10%).

Nella check list per la dog bag ciò che non può assolutamente mancare è il cibo preferito (79%), il libretto vaccinale/passaporto (73%) e i medicinali importanti come anche il necessario per le emergenze (68%), ma non manca il giocattolo più amato, soprattutto tra i più giovani.

A sorpresa gli italiani troveranno spazio nella borsa dell’amico peloso anche per i gadget tecnologici. I più inclini all’adozione di nuovi device si dimostrano ancora una volta i giovanissimi: quasi 1 su 2 dichiara che porterà con sé un accessorio tech prediligendo i giochi intelligenti (48%), seguiti da collare gps (44%) e telecamera (41%).

Articoli correlati