Input your search keywords and press Enter.

Puglia Open Days

Nudo con le Calze Rosse di Giuseppe De Nittis

Puglia Open Days, il ricco programma di attività gratuite e aperture straordinarie promosso dall’Assessorato Regionale al Turismo e attuato da Pugliapromozione racconta Bari e la costa e la Puglia Imperiale con le loro eccellenze enogastronomiche e le bellezze naturalistiche, artistiche e culturali.

Nel primo mese di attività in oltre ottomila hanno usufruito delle attività gratuite del giovedì, del venerdì e del sabato. Turisti stranieri e non si sono avventurati sul territorio, grazie all’aiuto di guide turistiche, naturalistiche, rurali e sommelier.

“Puglia Open Days – afferma il Direttore generale di Pugliapromozione Giancarlo Piccirillo – mette a disposizione dei visitatori un patrimonio inestimabile, puntando non solo sui big come il Teatro Petruzzelli e Castel del Monte, ma anche valorizzando i circuiti dell’architettura civile e religiosa, siti meno noti e le risorse ambientali e del saper fare locale”.

“Un patrimonio artistico, culturale ed ambientale – sottolinea la responsabile del progetto, Stefania Mandurino – che si arricchisce di creatività e contemporaneità, nella terra di Federico II e de sud barese, in cui l’ingegno di una popolazione innovativa e arguta ha realizzato un ricco calendario di attività, frutto di una fitta rete di istituzioni, operatori, professionisti e cittadini.”

Nell’area di Bari e la costa, le visite guidate si sono svolte nei centri storici di Bitonto, Conversano, Corato, Giovinazzo, Molfetta, Polignano a Mare, Rutigliano, Ruvo di Puglia. A Bari tantissimi i luoghi da visitare: il Teatro Petruzzelli con visite guidate ogni ora (alle 20.15, 21.15 e 22.15); la Bari Sotterranea, con prenotazione obbligatoria contattando il booking al 340.9546476; il Castello Svevo, la Basilica di San Nicola, la Cattedrale di San Sabino, il Museo Diocesano, il Palazzo Simi. A Bitonto apertura straordinaria della Galleria Nazionale della Puglia “Girolamo e Rosaria Devanna”, della Concattedrale e del Parco delle Arti con il Torrione Angioino, la Biblioteca Rogadeo, il Teatro Tommaso Traetta e il Palazzo della Regia Corte; a Conversano si visitano anche la Cattedrale, il Castello Acquaviva d’Aragona e il Museo Archeologico; a Giovinazzo è aperta la Concattedrale; a Mola di Bari, da non perdere il Castello Angioino Aragonese e Palazzo Roberti – Alberotanza; a Molfetta si accede anche al Duomo di San Corrado e al Museo Archeologico del Pulo; a Monopoli merita una visita il Museo Diocesano; a Polignano a Mare immancabile il Museo d’arte contemporanea “Pino Pascali”; a Rutigliano è da scoprire il Museo del Fischietto “Domenico Divella”; infine, a Ruvo di Puglia, aperti anche la Concattedrale e la Torre dell’Orologio.

Nella Puglia Imperiale, le visite guidate si sono svolte  nei centri di storici di Andria, Barletta, Bisceglie, Canosa di Puglia, San Ferdinando di Puglia, Terlizzi, Trani. Ad Andria si svela Castel Del Monte, sito UNESCO, la cui planimetria, basata sull’otto come numero guida e il suo posizionamento, studiato in modo da creare particolari simmetrie di luce nei giorni di solstizio ed equinozio, creano un simbolismo che appassiona da secoli gli studiosi, lasciando ai visitatori una sensazione di piacevole enigma. A Trani sono notevoli la Cattedrale che si affaccia sul mare dedicata a San Nicola Pellegrino, il Castello, la Sinagoga di Scolanova in cui spicca un dipinto di origine bizantina che raffigura la Madonna dei Martiri, protettrice dei marinai. Nel centro storico di Barletta sono aperti la Cattedrale con i suoi scavi e l’edificio barocco di Palazzo della Marra che ospita la Pinacoteca De Nittis. A Bisceglie è aperta anche la Concattedrale di San Pietro Apostolo. A Canosa di Puglia sono straordinarie “Le Notti dell’Archeologia”, aperti e fruibili con visite guidate la Cattedrale di San Sabino, il Parco Archeologico e Antiquarium di San Giovanni e di San Leucio, i palazzi Iliceto e Sinesi e gli ipogei. A Terlizzi merita una visita anche la Pinacoteca Michele De Napoli.

Maggiori dettagli e contatti sono disponibili sul sito di Puglia Open Days e i profili facebook e twitter. E con “Puglia for all” anche informazioni su itinerari per visitatori con esigenze speciali.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *