Input your search keywords and press Enter.

Puglia: nuovo ddl su Agriturismo, Pescaturismo e Ittiturismo

La Regione Puglia approva, su proposta dell’assessore alle Risorse agroalimentari Dario Stefàno, il disegno di legge che disciplina l’agriturismo, la pescaturismo e l’ittiturismo. «Dopo ventuno anni di interventi legislativi – commenta l’assessore Stefàno – è divenuta ineludibile la necessità di attualizzare e modernizzare la L.R. n. 34 del 1985, ormai non più conforme alla nuova nozione di imprenditore agricolo, ma anche all’importanza che questo segmento ha assunto nel sistema economico e per l’appeal turistico della Puglia. Lo schema di disegno di legge licenziato dalla giunta propone una “impalcatura normativa” che auspichiamo si arricchisca del contributo migliorativo delle associazioni di categoria, di Upi e Anci». Il testo va ad introdurre una nuova categoria, le cosiddette attività multifunzionali dell’impresa agricola: commercializzazione, valorizzazione, ricezione ed ospitalità, normalmente inquadrate tra le attività industriali-commerciali, ora rientrano con eguale dignità tra le attività agricole. Tra gli obiettivi del ddl fanno parte: lo sviluppo del territorio agricolo e la permanenza degli imprenditori agricoli nelle zone rurali, anche grazie al riconoscimento del ruolo multifunzionale dell’impresa agricola; la valorizzazione del patrimonio rurale, naturale ed edilizio nonché  dei prodotti tipici regionali. Novità del disegno di legge è l’introduzione per la prima volta in Puglia delle attività assimilate all’agriturismo, ossia quelle svolte dai pescatori, in termini sia di ospitalità che di somministrazione dei pasti (costituiti da prodotti derivanti dalla pesca).

Print Friendly, PDF & Email