Input your search keywords and press Enter.

Puglia inquinata? Assennato (ARPA): «Non è questa la vera notizia»

A conclusione della riunione degli Stati Generali avvenuta nei giorni scorsi a Taranto, il direttore dell’ARPA Puglia Giorgio Assennato intende smentire la non-notizia rilasciata da diversi media che si sono occupati dell’evento: record negativo di emissioni inquinanti in Puglia – spiega Assennato – è una notizia ovvia, in quanto riferita a una regione in cui sono attive realtà produttive (a Brindisi e Taranto) con elevate emissioni di inquinanti.

I lavori del recente meeting dell’ARPA hanno, di contro, fatto emergere tre vere notizie, tanto inaspettate quanto significative:

  • L’impressionante crollo del PM10 nelle due centraline del quartiere Tamburi a partire dal settembre 2012, che, insieme ai valori di pm10 riscontrati nelle altre centraline della città, consentono di affermare che, nel periodo settembre-dicembre 2012, Taranto è stata tra le città meno inquinate d’Italia;
  • La conferma delle bassissime concentrazioni di diossine al camino dell’impianto di agglomerazione di ILVA;
  • Per la prima volta da quando ARPA Puglia misura il benzo(a)pirene nei filtri PM10 del quartiere Tamburi, la media mobile annuale è sensibilmente inferiore all’obiettivo di qualità.

 

Questi dati, precisa Assennato, sono suffragati dal Registro europeo delle emissioni E-PRTR, da cui si evince nell’ultimo periodo (2010) un  calo delle emissioni inquinanti in Puglia rispetto al 2007-8. Il 2009 si è dimostrato invece un anno anomalo caratterizzato da una drastica riduzione produttiva e conseguente calo delle emissioni.


Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *