Puglia, indagine su cicloturismo

 La Regione Puglia, in collaborazione con la cattedra di Economia Politica del Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università del Salento, monitorerà i bisogni di mobilità dei cicloturisti che vengono in Puglia per trascorrere le loro vacanze.

L’iniziativa rientra nelle attività del progetto di cooperazione transfrontaliera INTERMODAL (INTERmodality MOdel for the Development of the Adriatic Littoral zone) finanziato con fondi del programma IPA ADRIATIC CBC 2007-2013, di cui l’Assessorato alle Infrastrutture e mobilità della Regione Puglia è partner di progetto.

Obiettivo dello studio è di migliorare i servizi di trasporto regionale. A tale scopo, ai turisti in arrivo nella nostra Regione saranno somministrati 1500 questionari.

«L’indagine – spiega l’assessore ai Trasporti Giovanni Giannini – è finalizzata a conoscere le esigenze di intermodalità delle varie tipologie di cicloturisti che vengono in Puglia per trascorrere le loro vacanze e cercare di migliorare l’offerta di trasporto combinato. Destinatarie sono varie tipologie di cicloturisti: quelli che arrivano in Puglia trasportando la propria bicicletta al seguito su un altro mezzo di trasporto, quelli che arrivano senza bicicletta e la noleggiano in loco e quelli che arrivano direttamente in bicicletta ed effettuano un successivo trasferimento con altri mezzi via terra, mare o aria».

Il questionario in italiano e in inglese, disponibile in formato cartaceo o elettronico, sarà somministrato tramite le strutture ricettive pugliesi o tramite il web.

L’esito dell’indagine consentirà alla Regione Puglia di coordinare e rendere sinergiche le politiche di sviluppo del turismo con quelle dell’incremento della mobilità dolce.

Articoli correlati