Input your search keywords and press Enter.

Puglia: in marcia verso le rinnovabili

«La risposta ai quesiti referendari da un lato segna un importante punto di svolta cui dovrà fare seguito una seria riflessione politica e dall’altro conferma la grande sensibilità degli italiani sulle tematiche ambientali». Questa la dichiarazione rilasciata da Lorenzo Nicastro, assessore all’Ambiente della Regione Puglia, alla notizia del raggiungimento del quorum. «Due sono i chiari messaggi che arrivano dalla maggioranza degli italiani: – precisa Nicastro – il no deciso al nucleare e il sì deciso all’acqua come bene comune da tutelare, messaggi in piena armonia con le politiche del Governo regionale». Si riferisce alle politiche regionali della Puglia anche Loredana Capone, assessore allo Sviluppo economico: «Quando ci siamo opposti al nucleare con una legge regionale, molto prima di Fukushima, – ha detto – il governo ha impugnato le nostre norme. Poi con alcune altre Regioni, abbiamo dovuto impugnare le norme dello Stato che prevedevano la realizzazione delle centrali nucleari persino senza o addirittura contro il parere delle Regioni». Ancora fermezza nella proposta della Capone: «Adesso vogliamo un piano serio che rispetti il lavoro e gli investimenti nell’energia rinnovabile».

Print Friendly, PDF & Email